Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La strategia moderna nella cura dei Testimoni di Geova



Dal Dipartimento di Chirurgia (D.B.H., B.W.U., P.S.B.), Divisione di Terapia Intensiva e del Trauma, Weill Cornell Medical College, New York, New York; e Dipartimento della Salute Pubblica (P.S.B.), Divisione di Etica Medica, Weill Cornell Medical College, New York, New York.


CONTESTO: I Testimoni di Geova sono generalmente conosciuti per il loro divieto nell’accettare le trasfusioni di sangue. Tale rifiuto fa da possibile ostacolo ad un ottimale intervento terapeutico nei Testimoni di Geova gravemente feriti. In quanto tale, la cura di questi pazienti richiede un approccio deciso e multidisciplinare alla terapia.

METODOLOGIE: Un riesame della letteratura pertinente in lingua inglese.

RISULTATI: I Testimoni di Geova esercitano il diritto di qualsiasi adulto avente la capacità di rifiutare il trattamento medico e spesso portano con sé i documenti delle direttive anticipate i quali indicano il loro incontrovertibile rifiuto del sangue. Nonostante le loro credenze in relazione alle trasfusioni, i Testimoni di Geova non hanno un tasso di mortalità più alto successivamente a ferite o interventi traumatici. Il bisogno di trasfusioni è spesso sopravvalutato. Raramente è osservata morbilità e mortalità in aumento nei pazienti con una concentrazione di emoglobina >7 g/dL, e la soglia grave di emoglobina per il collasso cardiovascolare potrebbe essere così basso tra 3 g/dL e 5 g/dL. Ci sono molte modalità per curare il paziente Testimone di Geova con perdita grave di sangue. Il trattamento con eritropoietina ricombinante umana, albumina, e fattore VIIa attivato ricombinante sono stati usati tutti con successo. L’autotrasfusione autologa e l’emodiluizione isovolemica possono essere inoltre usate per curare pazienti che rifiutano la trasfusione. I trasportatori di ossigeno a base emoglobinica potrebbero giocare un futuro ruolo quali espansori del volume intravascolare in luogo della trasfusione di globuli rossi concentrati di sangue.

CONCLUSIONE: Ci sono molte modalità di trattamento disponibili per assistere nella cura i pazienti Testimoni di Geova, specialmente da quando le loro credenze sulle implicazioni del divieto sul sangue sembra essere in fase di cambiamento.*


PMID: 18580506 [PubMed – fornito dall’editore]



fonte

* [Le implicazioni inerenti il divieto di assumere sangue NON sono cambiate per i Testimoni di Geova. Diversa è la questione inerente le frazioni di sangue, a cui è lasciata la scelta di coscienza all'individuo, N.d.R.]

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "NCBI PubMed", nel mese di giugno 2008 con i seguenti riferimenti: J Trauma. 2008 Jun 19. (http://www.ncbi.nlm.nih.gov)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net