Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


L’ospedale di Wyckoff espande il proprio programma di medicina senza sangue

18 Luglio 2005

Ciò che è avvenuto di inusuale durante un’operazione alla tiroide, è il fatto che la squadra chirurgica è stata d’accordo nella decisione di operare senza l’uso di trasfusioni di sangue, anche in caso di enormi perdite di sangue.
“Esiste sempre la possibilità che si possa fare qualcosa per indurre il paziente a sanguinare di meno rispetto a quanto l’operazione di solito richiede”, spiega Sandra Gilmore, il Coordinatore Medico per il Centro Medico di Wyckoff. “In genere il paziente fa sapere al primario, prima di entrare nella sala operatoria, che sarebbe disposto a ricevere qualsiasi trattamento chirurgico fosse necessario eccetto la somministrazione di un qualunque tipo di sangue donato”.
E’ una tecnica chiamata medicina senza sangue, in atto da diversi anni. Ma i medici del Centro Medico Superiore di Wyckoff hanno introdotto ciò che essi descrivono come un programma senza sangue altamente concentrato per richiamare la grande popolazione di testimoni di Geova di Brooklyn, i quali non accettano di prendere trasfusioni di sangue per motivi religiosi.
I medici spiegano che questo è il programma attualmente in maggiore crescita, con almeno 8 pazienti su 10 al giorno che sono testimoni di Geova.
Pazienti come Guadalupe Palacious dicono che questa è una benedizione dopo essere stati dentro e fuori diversi ospedali i quali non rispettavano i trattamenti medici motivati dalle proprie credenze religiose.
“Mi sento molto meglio, sebbene la mia condizione sia ancora critica, a motivo del fatto che sono nelle loro mani e perchè conosco ciò che essi stanno facendo come pure sono sicuro che essi hanno intenzione di rispettarmi come paziente”, ha detto.
Per i pazienti che rifiutano le trasfusioni, e perciò per tutti coloro che vorrebbero evitare quasiasi eccessiva perdita del proprio sangue, ci sono specifiche procedure da seguire. Queste includono l’esame di un piccolo campione di sangue, prelevato attraverso una singola puntura ad un dito attraverso la quale viene costantemente monitorato il livello di emoglobina, piuttosto che prendendo invece due o tre sacche di sangue.
Prima dell’operazione, il dottore si assicura che i valori di sangue del paziente siano i più alti possibili per minimizzare i rischi in caso di una grossa perdita di sangue. Ed in alcuni casi, una macchina per il riciclaggio del sangue viene usata per pulire il sangue del paziente e reintegrarlo per l’uso durante l’operazione.
I medici descrivono il programma di chirurgia senza sangue come lo strumento di salvezza della medicina. Inoltre aggiungono che esso sta anche iniziando ad essere richiesto da molti pazienti che desiderano ricevere trattamenti alternativi senza l’uso di sangue per motivi che non sono prettamente religiosi.
“La nostra filosofia è indifferente al fatto che i pazienti siano o meno religiosi: noi siamo fermamente convinti che si dovrebbero fare tutti gli sforzi necessari per non somministrare ai pazienti trasfusioni di sangue non necessarie”, spiega il dott. Vijay Mattoo.
I medici mostrano cautela per quanto riguarda alcuni casi in cui c’è di mezzo la vita o la morte del paziente, e le trasfusioni di sangue sono la linea d’azione che in genere si preferisce. Ma a Wyckoff, ed anche in molti altri ospedali, sulla base dei diritti legali, se un paziente opta per la chirurgia senza sangue i medici sono tenuti a rispettare le volontà del paziente senza porre alcuna interferenza.
Dato che Wyckoff è un ospedale formativo, i medici progettano di espandere il loro programma educativo, non solo insegnando ai medici locali come gestire le operazioni senza sangue, ma anche ai medici provenienti da tutto il mondo.



fonte