Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Famiglia rende omaggio al ‘felice’ Theo



Una famiglia sconvolta ha reso omaggio ad un “felice e vivace” bambino di sei anni che è morto dopo essere stato investito da una macchina a nord di Suffolk.

Theo Thompson, di Worlingham, vicino Beccles, è morto mercoledì scorso dopo un incidente con una Mini Cooper nel suo paese di residenza avvenuto sabato notte.

Theo Thompson


La sua famiglia ha rilasciato una dichiarazione oggi rendendogli omaggio, dicendo che le loro vite non sarebbero più le stesse.

Hanno affermato: “Il nostro caro figlio Theo era un ragazzino felice, vivace, pieno di energia e di vita.

“Amava il football, le automobili, le biciclette e giocare al parco – un vero ragazzino.

“Ma era anche molto premuroso, un piccoletto affettuoso che era sensibile e rispettoso – odiava vedere le altre persone agitate, ed era un fantastico fratellone per la sua piccola sorella Cayla (quattro anni) – erano molto attaccati tra loro.

I genitori in lutto di Theo hanno detto che era 'felice, vivace e pieno di energia'


“Theo aveva un fantastico, ingenuo senso dell’umorismo, e le sue due più eccezionali caratteristiche erano sicuramente il suo sorrisetto vivace ed i suoi bellissimi occhioni castani. Era molto fotogenico – e lo sapeva!

“Insolitamente per un bambino di sei anni, aveva anche nella sua natura un lato spirituale, ed amava stare con tutti i suoi amici alla Sala del Regno dei Testimoni di Geova di Beccles.

“Tutti lo amavano, ed ha toccato più cuori di quanti ne abbiamo realizzati. Non possiamo credere che se ne è andato e le nostre vite non saranno le stesse senza di lui, ma abbiamo avuto moltissimo sostegno ed aiuto da parte della famiglia, amici e vicini.

“Desideriamo inoltre esprimere la nostra profonda gratitudine alla polizia, al personale dell’ambulanza, all’ospedale James Paget ed all’Unità Pediatrica di Terapia Intensiva presso l’ospedale di Addenbrooke' che ha fatto tutto il possibile per lui e per noi”.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "EADT 24", in data 24 luglio 2008, da parte del giornalista Jonathan Barnes, rubrica "News" (www.eadt.co.uk)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net