Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Azerbaigian: "I procuratori vogliono condannare a tutti i costi Hamid"



Di Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18



Il leader dell’Unione Battista Ilya Zenchenko ha detto al Servizio Notizie del Forum 18 che il processo penale del pastore battista Hamid Shabanov è iniziato il 22 luglio nella città nord-occidentale di Zakatala, nonostante il fatto che l’accusa abbia rifiutato di consegnare alla difesa i documenti relativi al caso. Il processo riprende il 28 luglio. La stessa corte aveva condannato al carcere il pastore battista Zaur Balaev nel 2007. Shabanov è stato processato sulle accuse di tenere un’arma illegale e dovrà affrontare fino a tre anni di prigione. La sua chiesa e la famiglia insistono nel dire che l’arma era stata nascosta nella sua casa durante un duro attacco il 20 giugno nel quale era stato arrestato. Dicono che è stato processato per punirlo a motivo del fatto che dirige la sua congregazione. "I procuratori vogliono condannare a tutti i costi Hamid", ha messo in guardia Zenchenko. "L’intero caso è stato una messa in scena. Preghiamo Dio per lui affinché venga a casa", ha detto la famiglia di Shabanov al Forum 18. Nel frattempo i procuratori nella capitale Baku stanno provando a perseguitare penalmente l’obiettore di coscienza Testimone di Geova Mushfiq Mammedov per una seconda volta sulle accuse di aver disertato il servizio militare, benché la Costituzione ed il Codice Penale vietino questo.


Il processo penale del pastore battista Hamid Shabanov è iniziato ieri (22 luglio) con un’udienza preliminare nella città nord-occidentale di Zakatala [Zaqatala], come appreso dal Servizio Notizie del Forum 18. Il processo completo – nel quale la richiesta per lui è fino a tre anni di prigione – inizia il 28 luglio e potrebbe proseguire per oltre due giorni, come riferito dal capo dell’Unione Battista dell’Azerbaigian Ilya Zenchenko al Forum 18 dopo l’udienza preliminare del 22 luglio. "I procuratori vogliono condannare a tutti i costi Hamid", ha messo in guardia. Vede il processo a Shabanov come parte di una campagna ufficiale contro i battisti locali dura da più di un decennio. Nel frattempo è iniziata la caccia all’uomo della polizia per l’obiettore di coscienza Testimone di Geova Mushfiq Mammedov, il quale sta già scontando una condanna per il rifiuto del servizio militare. I procuratori vogliono condannarlo una seconda volta per lo stesso reato, nonostante questo sia vietato nella legge.

[...]

Nel frattempo l’obiettore di coscienza Testimone di Geova Mammedov affronta una possibile nuova condanna per aver rifiutato il servizio militare obbligatorio, malgrado il fatto che stia già scontando una condanna per questa accusa. I Testimoni di Geova hanno detto al Forum 18 il 22 luglio che il nuovo caso penale è stato presentato con l’intento di punirlo per aver sfidato la sentenza iniziale presso le corti locali ed alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (ECHR) di Strasburgo, dove il suo caso è ora in attesa della decisione sull’ammissibilità.

Il Forum 18 ha provato a scoprire perché l’Ufficio del Procuratore sta cercando di perseguire Mammedov per una seconda volta, ma il telefono è rimasto senza risposta il 23 luglio.

Mammedov è stato trovato colpevole da parte della Corte del Distretto Sabail di Baku il 21 luglio 2006 di aver violato l’Articolo 321.1 del Codice Penale, il quale punisce la diserzione dal servizio militare con una condanna fino a due anni di prigione. Ha ricevuto una condanna con la condizionale di sei mesi. Le autorità hanno ripetutamente – come in altri casi tipo quello del pastore Balaev – violato il diritto ad un processo legale nell’udienza d’appello di Mammedov.

Il processo originario e il nuovo procedimento penale tentato arrivano nonostante l’impegno dell’Azerbaigian presso il Consiglio d’Europa di istituire una sentenza alternativa dal gennaio 2004, tre anni dopo essersi aggiunta alle organizzazioni pan-europee. L’Azerbaigian ha fallito nel venir incontro a questa scadenza e non ha ancora adottato una legge sul servizio alternativo.

I Testimoni di Geova hanno detto al Forum 18 che la "persecuzione" di Mammedov e della sua famiglia è iniziata subito dopo che aveva presentato l’istanza alla ECHR nel marzo 2008. "Iniziando dal maggio di quest’anno, gli agenti di polizia sono venuti diverse volte all’appartamento dove Mushfiq ha la residenza", hanno detto al Forum 18. "E diverse volte gli ufficiali dell’Ufficio del Procuratore del Distretto di Sabail hanno chiamato sua madre e le hanno detto che Mushfiq dovrebbe venire all’Ufficio del Procuratore, presumibilmente perché Mushfiq è stato accusato di aver commesso il crimine di aver rubato un telefono cellulare".

L’8 giugno Mammedov e sua madre Sevil Najafova hanno presentato una denuncia contro tre azioni dell’Ufficio del Procuratore del Distretto di Sabail. "Fino ad ora non abbiamo ricevuto alcuna risposta dall’Ufficio del Procuratore", hanno lamentato i Testimoni di Geova. Copie della denuncia sono state mandate anche al Difensore Civico per i Diritti Umani, Elmira Suleymanova, ed alle organizzazioni per i diritti umani.

Il 7 luglio un ufficiale di polizia di nome Javad ha chiamato la madre di Mammedov ed ha detto che un procedimento penale era stato istituito sulla sua presunta diserzione dal servizio militare. Ha detto che aveva ricevuto un ordine scritto di ricercarlo e di portarlo obbligatoriamente all’investigatore Vugar Alekperov dell’Ufficio del Procuratore del Distretto. "Fatto interessante, fino ad ora Mushfiq non ha ricevuto alcuna notifica scritta da parte dell’Ufficio del Procuratore", hanno commentato i Testimoni di Geova.

Il giorno successivo la madre di Mammedov è andata all’ufficio del procuratore dove le è stata consegnata la decisione scritta secondo cui un procedimento penale era stato istituito contro suo figlio. La decisione – della quale Forum 18 ha visto una copia – era datata 5 giugno. E’ stata anche informata che la polizia vorrebbe presto dichiarare la caccia all’uomo per lui.

I Testimoni di Geova sottolineano che l’Articolo 64 della Costituzione dell’Azerbaigian e l’Articolo 8.2 del Codice Penale non permettono che siano portate delle accuse a carattere penale due volte per lo stesso reato contro chiunque. "Per giunta questo sarebbe vero nel caso Mushfiq commettesse qualsiasi tipo di reato, ma ha semplicemente fatto valere i suoi diritti costituzionali di richiedere il servizio alternativo". Hanno detto che Mammedov intende presentare a breve un’altra denuncia con l’Ufficio del Procuratore del Distretto di Sabail in merito in tentativo di processarlo una seconda volta per lo stesso reato.

Un altro prigioniero Testimone di Geova obiettore di coscienza, Samir Huseynov, era stato rilasciato dal carcere il 1° maggio.



AZERBAIGIAN: {Note della Redazione Cristiani Testimoni di Geova.net}




La Repubblica dell’Azerbaigian, situata nel continente euroasiatico, confina a nord con la Russia, con il Mar Caspio a est, a sud con l'Iran, a ovest con la Turchia e l'Armenia e con la Georgia a nordovest.
La regione di Nagorno-Karabakh ed altre sette province, sono sotto l'occupazione militare delle forze armate armene dalla fine di Guerra di Nagorno-Karabakh.
L'Azerbaigian è una repubblica laica ed unitaria con la democrazia emergente. La popolazione è composta principalmente da azeri, che parlano l'azero, riconosciuto ufficialmente e sono per la maggioranza di religione musulmana sciita, con consistenti minoranze di religione cristiana ed ebraica.

Rapporto dall'annuario 2008: Azerbaigian

Popolazione: 8.406.000
Proclamatori: 670
1 Proclamatore su: 12.546
2007 Media Proclamatori: 608
Percentuale d'aumento: 12%
Battezzati anno 2007: 29
Numero di congregazioni: 6
Media Studi biblici: 1.088
Presenti Commemorazione: 1.523



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito del "Forum18", in data 23 luglio 2008, da parte del giornalista Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18 (www.forum18.org)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net