Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Kazakistan: Quant’è semplice ottenere lo statuto legale?



Di Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18



I Testimoni di Geova di Atyrau avevano presentato la prima domanda per la registrazione nel 2001. La loro domanda del 2007 era stata respinta perché avevano mancato di fornire i numeri telefonici del luogo di lavoro di alcuni dei loro fondatori. La loro richiesta del dicembre 2007 è stata respinta nell’agosto 2008 nonostante avesse superato con successo due "esami competenti" presso il Comitato per gli Affari Religiosi nella capitale, come detto dai Testimoni di Geova al Servizio Notizie del Forum 18. Il Dipartimento della Giustizia l’ha respinta perché uno dei 20 fondatori (due volte il minimo legale richiesto) non è stato in grado di provvedere un documento di identità aggiornato. "Decine" di chiese Protestanti hanno visto negate la registrazione in anni recenti. Kuanysh Sultanov, capo della delegazione del governo kazako ad una conferenza sui diritti umani dell’OSCE, si è vantato di un "meccanismo semplificato" per registrare le organizzazioni religiose. Lyudmila Danilenko, capo del dipartimento di registrazione del Comitato per gli Affari Religiosi, ha detto invece al Forum 18: "Non ci sono state modifiche alle procedure di registrazione rispetto all’anno passato". Ha affermato che erano già "semplici", anche se durante l’anno passato qualsiasi comunità religiosa doveva sottoporsi ad un "esame competente" da parte del suo Comitato.


Sette anni dopo la prima presentazione per lo statuto legale, una comunità di Testimoni di Geova nella città portuale sul Mar Caspio di Atyrau ha visto nuovamente respinta la registrazione in agosto, come detto dai Testimoni di Geova al Servizio Notizie del Forum 18 dalla capitale commerciale della nazione di Almaty. La domanda è stata presentata da venti fondatori, due volte in più di quanto richiesto dalla legge. Tuttavia, è stata respinta perché uno dei fondatori ha presentato un documento di identificazione scaduto mentre era in attesa che le venisse rilasciato uno nuovo. L’ultimo rifiuto arriva otto mesi dopo che la richiesta era stata depositata e dopo che il Comitato per gli Affari Religiosi del Ministero della Giustizia nella capitale Astana aveva condotto per due volte un "esame competente" dell’istanza della comunità.

L’ultima negazione di registrazione ai Testimoni di Geova di Atyrau sembra contraddire le dichiarazioni del governo fatte questa settimana, alla conferenza sui diritti umani dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), in merito a procedure "semplificate" per le comunità religiose nell’ottenere lo statuto legale.

Nel manoscritto di un discorso alla Riunione dell’OSCE sugli Adempimenti della Dimensione Umana di Varsavia del 29 settembre, pubblicata sul sito web dell’OSCE, il capo della delegazione del governo kazako Kuanysh Sultanov ha dichiarato: "Il meccanismo semplificato di registrazione delle associazioni religiose, insieme alla politica di tassazione dello stato, crea un terreno legale per la loro libera attività senza tensione".

Le dichiarazioni di Sultanov sono state anche contraddette da Lyudmila Danilenko, capo del Dipartimento di Registrazione e Competenza al Comitato per gli Affari Religiosi. "Non ci sono state modifiche alle procedure di registrazione rispetto all’anno passato", ha detto al Forum 18 da Astana il 2 ottobre. Interrogata sul perché Sultanov sembra avesse affermato che le procedure erano state semplificate, ha risposto con una risata: “Dovete chiederlo a lui”.

Comunque, Danilenko ha poi continuato dichiarando che le procedure di registrazione sono "già semplici". Ha detto che la procedura è stata modificata ultimamente in decreto del governo dell’aprile 2007. Ha detto che qualsiasi comunità religiosa che richiede la registrazione deve sottoporsi ad un "esame competente". "Questo si applica alla Chiesa Ortodossa Russa quanto ai Testimoni di Geova".

Ancora lontano dal semplificare le procedure di registrazione, il decreto (il quale include anche la registrazione di altre organizzazioni) ha aumentato il numero di documenti e di informazioni richieste per la presentazione della domanda.

Il 6 agosto il rifiuto del Dipartimento della Giustizia della Regione di Atyrau ai Testimoni di Geova, firmato dal Vice-Comandante Nurulbeg Utesinov e visto da Forum 18, menziona una "violazione" nella domanda. Dichiara che uno dei venti fondatori aveva presentato un documento personale di identità che era scaduto 11 giorni prima che la domanda fosse stata depositata, dando così motivo di respingere l’istanza.

Il centro dei Testimoni di Geova ad Almaty ha spiegato che il documento di identità era scaduto a dire il vero perché l’individuo aveva raggiunto i 25 anni di età. "I documenti di identità vengono cambiati all’età di 25 e 45 anni, ma ci vuole uno o due mesi per ottenerne uno nuovo", ha detto al Forum 18 il 2 ottobre. "Aveva depositato i suoi documenti per averne uno nuovo ma non l’ha ancora ricevuto. Questo non è un motivo per rifiutare la domanda dato che la legge richiede solo dieci fondatori legali ed i documenti di identità aggiunti alla presentazione della domanda ma non parte della domanda stessa".

Per giustificare il rifiuto del novembre 2007 alla domanda di registrazione dei Testimoni di Geova di Atyrau, A. Kitarov, capo della sezione per gli affari religiosi del Dipartimento della Giustizia di Atyrau, ha detto al Forum 18 che erano mancanti nella domanda di registrazione i numeri telefonici del posto di lavoro di alcuni dei fondatori.

La comunità dei Testimoni di Geova di Atyrau ha affrontato ripetute violenze da parte delle forze dell’ordine a causa del fatto che opera senza lo statuto legale. A loro piacerebbe costruire un luogo di adorazione ad Atyrau, una Sala del Regno, ma senza lo statuto legale non possono farlo. L’Ufficio del Procuratore ha fatto irruzione ad un’adunanza locale nel maggio 2007, filmando i presenti senza il loro permesso e confiscando le riviste religiose. A sei Testimoni di Geova, incluso il responsabile della comunità di Atyrau Aleksandr Rozinov, sono state date multe massicce nel giugno 2007 per essersi radunati per l’adorazione senza registrazione.

Diverse chiese Protestanti nella Regione di Atyrau hanno pure visto negata la registrazione. Il vescovo locale cattolico, Janusz Kaleta, ha riferito che ci sono voluti sei mesi per ottenere lo statuto legale per la parrocchia nella città di Gulsary.

Aleksandr Klyushev, che dirige l’Associazione delle Organizzazioni Religiose del Kazakistan, dice che sa di "decine" di chiese Protestanti di tutto il Kazakistan alle quali è stato negato lo statuto legale nei recenti anni passati "per pretesti vari". "Negli ultimi anni nessuna chiesa Protestante è stata registrata nella nazione, sebbene molte vogliano registrarsi", ha detto al Forum 18 il 3 ottobre. "E’ strano sentire quello che ha detto Kuanysh Sultanov a Varsavia".

In contrasto con gli impegni internazionali sui diritti umani, inclusi quelli con l’OSCE, l’attività religiosa non registrata è messa al bando e punibile in Kazakistan. Il Consiglio delle Chiese Battiste – il quale respinge la registrazione per principio – è stato tra le principali vittime. Molti dei loro leader hanno fatto fronte ad ammende, confisca di proprietà ed arresto fino a diversi giorni.

Interrogata sul perché i Testimoni di Geova di Atyrau stanno cercando inutilmente lo statuto legale dal 2001 e sul perché la domanda che avevano depositato nel dicembre 2007 non è stata ancora accolta con successo, Danilenko ha risposto: "Gli esami competenti che abbiamo fatto sono stati entrambi positivi – credo che tutto sia a posto ora". Dopo che le è stato detto che il Dipartimento della Giustizia della Regione di Atyrau aveva respinto la domanda per iscritto il 6 agosto, Danilenko ha risposto: "Parlerò con i Testimoni di Geova in merito. Cosa dovrei fare con voi?"

Danilenko si è rifiutata di parlare sul perché una domanda potrebbe essere respinta se uno dei fondatori non è stato in grado di presentare un valido documento di identità. Si è anche rifiutata di parlare in merito al fatto di come le difficoltà dei Testimoni di Geova di Atyrau si trovino d’accordo con la sua dichiarazione che il processo di presentazione della domanda è "già semplice".

Roman Podoprigora della Scuola di Legge dell’Adilet (Giustizia) di Almaty – una specialista su religione e legge – si è lamentata nel 2007 al Forum 18 che gli organi di stato a volte usano "qualsiasi scusa", perfino una insignificante, per respingere le domande di registrazione delle comunità religiose.

Klyushev, dell’Associazione delle Organizzazioni Religiose del Kazakistan, ha evidenziato che se le revisioni a diverse leggi che riguardano la religione, che si trovano ora nella stanza superiore del parlamento, il Senato, saranno approvate, la registrazione diverrà ancora più difficile. Durante la considerazione di un precedente disegno di legge, un deputato ha perfino proposto che le comunità religiose dovrebbero avere 1.000 membri cittadini adulti prima che sia permesso loro di registrarsi, anche se questa proposta è stata respinta.

Ai sensi di quello che credevano essere l’ultimo disegno della nuova Legge (il testo non è stato ancora ultimato), le comunità religiose dovranno avere ognuna 50 membri cittadini adulti. Alle organizzazioni religiose statali saranno richieste comunità registrate in cinque delle regioni della nazione, una condizione che impedirà a due delle quattro diocesi cattoliche, come pure alla comunità ebraica della nazione, di mantenere lo statuto legale.

Il controverso disegno di Legge è passato alla sua lettura finale nella stanza inferiore del parlamento il 24 settembre. Quindi è passato al Senato. L’ufficio stampa del Senato ha riferito che una tavola rotonda con senatori ed esperti avrebbe avuto luogo il 7 ottobre.


{Note della Redazione Cristiani Testimoni di Geova.net}




Il Kazakistan, a cavallo tra Europa ed Asia, è un'ex repubblica dell'Unione Sovietica. Confina con la Russia, la Cina, il Kirghizistan, l'Uzbekistan, il Turkmenistan ed il Mar Caspio. Con poco più di 15.000.000 abitanti, prevalentemente Russi e Kazaki, si estende su una superficie di circa 2.700.000 km².
La religione maggiormente professata è il Cristianesimo di origine ortodossa seguita dai musulmani. Dopo di che vi sono piccole percentuali di protestanti e cattolici.

Rapporto dall'annuario 2008: Kazakistan

Popolazione: 15.314.000
Proclamatori: 15.681
1 Proclamatore su: 977
2007 Media Proclamatori: 15.292
Percentuale d'aumento: 5%
Battezzati anno 2007: 1.205
Numero di congregazioni: 170
Media Studi biblici: 12.258
Presenti Commemorazione: 32.160



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito del "Forum18", in data 3 ottobre 2008, da parte del giornalista Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18 (www.forum18.org)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net