Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


A Prato 10 nuovi testimoni di Geova

La maggioranza sono giovani provenienti da La Spezia, Massa, Carrara e Lunigiana

Un caloroso applauso di benvenuto ai 10 nuovi fratelli, da parte dei numerosi congressisti all’assemblea dei testimoni di Geova delle provincie di La Spezia e Massa Carrara, dal tema “Continuate a vincere il male col bene”, ieri sabato 13 c.m. alla cerimonia del battesimo per immersione presso la loro Sala delle Assemblee di Prato.
I testimoni di Geova praticano il battesimo per immersione perché Il verbo “battezzare” viene dal greco baptìzein, che significa ‘immergere, sommergere, tuffare’. Gesù stesso ricevette questo tipo di battesimo, come si legge nel libro di Marco 1:9, 10: “Gesù . . . fu battezzato [“immerso”, Co, ED] da Giovanni nel [fiume] Giordano. E immediatamente, salendo fuori dell’acqua, vide separarsi i cieli”.
Su dieci battezzati, ben sei sono giovani.
Come Luca di Sarzana, che ha 18 anni e frequenta la scuola ITIS di La Spezia e che ha dichiarato: “Era da qualche mese che pensavo a questo importante passo. Ho approfondito il mio studio della Bibbia per essere sicuro di fare la scelta giusta. Ora che mi sono battezzato mi sento sereno e a posto con Geova. Posso dire che sono veramente felice”.
La sedicenne Giulia di Massa: “ Penso sia la cosa giusta da fare poiché è già il mio modo di vivere.
La più giovane battezzata del congresso è stata Sara di anni 13 di Pontremoli, commossa ha così commentato: “E’ stata una mia scelta volontaria. I miei genitori mi hanno lasciata libera in tal senso. Mi sento parte di una grande famiglia. E’ vero che sono giovane, ma ho studiato intensamente la Sacra Bibbia e sono convinta che è la verità”.

Oggi il discorso pubblico dal tema “Tutto il male presto finirà!” chiude il congresso con circa 1.300 presenti.


Autore della pubblicazione:
Renato Onesti
TESTIMONI DI GEOVA SARZANA & LUNIGIANA



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Comunicati Stampa, in data 14 dicembre 2008, da parte di Renato Onesti - Ufficio Pubbliche relazioni dei Testimoni di Geova di Sarzana e Lunigiana, rubrica Comunicato Stampa (www.comunicati-stampa.net)