Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Gestione dello shock emorragico quando il sangue non è un’alternativa



Mackenzie C.F., Morrison C., Jaberi M., Genuit T., Katamuluwa S., Rodriguez A.
Centro degli Studi Nazionali per i Traumi ed i Sistemi Medici di Emergenza, University of Maryland School of Medicine, Baltimore, MD 21201, USA; Dipartimento di Anestesiologia, University of Maryland School of Medicine, Baltimore, MD 21201, USA.




OBIETTIVO: Descrivere un approccio alternativo alla gestione di un grave shock emorragico potenzialmente mortale ed il suo l’esito quando il sangue non è un trattamento alternativo.

PIANO: Relazione su un caso nell’utilizzo di un Trasportatore di Ossigeno a Base Emoglobinica (HBOC-201) quando non ha avuto successo il controllo dell’emorragia e la somministrazione intravenosa di cristalloidi per rimediare allo shock emorragico ed all’ischemia.

AMBIENTE: Centro per i traumi.

PAZIENTE: Testimone di Geova.

RISULTATO: Dimissione dall’ospedale ed i sei mesi successivi senza problemi.



PMID: 19019664 [PubMed - in elaborazione]



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "NCBI PubMed", in data 18 novembre 2008 con i seguenti riferimenti: J Clin Anesth. 2008 Nov;20(7):538-41. Epub 2008 Nov 18. (http://www.ncbi.nlm.nih.gov)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net