Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Cittadini georgiani deportati dall'Azerbaijan







TBILISI, Georgia - Due cittadini georgiani, Elguja Khutsishvili e Temur Aliev, sono stati deportati dall'Azerbaijan alla Georgia il 23 luglio 2009, senza ricevere alcun documento che spiegasse la ragione della loro deportazione. Prima della loro espulsione, entrambi gli uomini, che sono testimoni di Geova, avevano subito la confisca della loro letteratura religiosa da parte della Polizia e da agenti di sicurezza dello Stato.

Il 15 luglio, circa otto uomini, - dalla polizia locale, compreso il vice capo, così come gli ufficiali dei Servizi di sicurezza dello Stato - sono arrivati a casa di Elguja Khutsishvili e hanno chiesto la consegna delle “armi." Quando Khutsishvili disse loro che non aveva nessuna arma, gli fu detto di consegnare qualsiasi tipo di letteratura religiosa. Poi la Polizia entrò in casa e sequestrò tutta la letteratura religiosa che potè trovare. La Polizia prese anche il passaporto della moglie di Khutsishvili così come il passaporto del fratello di Khutsishvili, che vive nelle vicinanze, e si rifiutava di restituire i documenti. Elguja Khutsishvili è stato detenuto per otto giorni, durante i quali non gli fu permesso di vedere nè la moglie nè un avvocato; fu poi espulso.

Khutsishvili è di etnia georgiana, nato e cresciuto nella città di Gakh in Azerbaijan. In tale città è andato a scuola e ha terminato il suo periodo di servizio militare prima di diventare un testimone di Geova.

Dopo la sua espulsione, Khutsishvili rimane in Georgia separato dalla sua famiglia, casa e lavoro in Azerbaijgian. Sua moglie, Tarana, è un cittadina di Azeri ed è all'ultimo mese di gravidanza; gli altri due figli sono ora senza il loro padre.

Temur Aliev è di etnia azerbaijani che vive in Georgia e ha il passaporto georgiano. Viaggia spesso per la città di Ganja in Azerbaijgian e vi lavora per un periodo di tempo relativo alla vendita delle angurie. Il 13 luglio, un poliziotto è venuto al suo posto di lavoro e lo ha accusato di fare commercio illegale. Anche se aveva tutti i documenti necessari, lui e il suo collega sono stati portati alla stazione di Polizia dove sono stati detenuti in condizioni terribili, insultati e senza cibo. Nel frattempo, la Polizia ha perquisito le loro abitazioni e confiscato qualsiasi letteratura religiosa che ha potuta trovare. Poi Aliev è stato portato al servizio di immigrazione a Baku e vi è stato detenuto fino alla sua espulsione, il 23 luglio, quando è trasvolato in Georgia con Elguja Khutsishvili.

L'Azerbaijan godeva di notevole libertà religiosa in passato, ma le tendenze più recenti mostrano un declino costante. L'articolo 48 della Costituzione della Repubblica di Azerbaigian sostiene: "Ogni individuo ha il diritto di definire il suo atteggiamento verso la religione, di professare, individualmente o insieme ad altri, qualsiasi religione... credenza riguardante la diffusione della religione." Pertanto, si spera che ad Elguja Khutsishvili sarà permesso di tornare in Azerbaigian per riunirsi alla moglie incinta e ai due figli. Ciò sarebbe in armonia con la promessa dell' Azerbaigian di rispettare la Convenzione Europea, che comprende le garanzie sancite dall'articolo 8 - Diritto al rispetto della vita privata della persona e della famiglia, e all'articolo 9 - Diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione.



Contatto in Belgio: Luca Toffoli, Associazione europea dei Cristiani Testimoni di Geova
Telefono: +32 2 782 0015
Portable: +32 475 58 10 36

Contatto in Gran Bretagna: Paul Gillies, Associazione europea dei Cristiani Testimoni di Geova
Telefono: +44 208 906 2211

Contatti negli Stati Uniti: JR Brown, Ufficio delle Pubbliche Relazioni,
Telefono: (718) 560-5600
Gregory Allen, Responsabile Area Legale
Telefono: +845-306-0711



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 19 Agosto 2009

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net