Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Testimoni di Geova in carcere nel Turkmenistan



Due giovani testimoni di Geova sono stati aggiunti ad altri due testimoni di Geova già detenuti nel campo di lavoro in Seydi dopo essere stati condannati a luglio per essersi rifiutati di prestare il servizio militare obbligatorio per motivi di coscienza religiosa, hanno riferito a Forum 18 i Testimoni di Geova.

Shadurdi Ushotov, che ha 21 anni, ha ricevuto il massimo della pena di due anni, mentre il diciannovenne Akmurat Egendurdiev ha ricevuto una pena di 18 mesi. Ad entrambi erano stati respinti i loro ricorsi in loro assenza. I Testimoni di Geova si lamentano che a tre dei quattro è stato impedito presentare ulteriori ricorsi.

Egendurdiev fu processato dopo essere stato convocato presso l'amministrazione della città di Dashoguz, dove "tre uomini anziani hanno cercato di convincerlo a cambiare idea" circa il suo rifiuto di prestare servizio nell'esercito, hanno riferito a Forum 18 i Testimoni di Geova.

Vyacheslav Kalataevsky, un ex detenuto Battista del campo Seydi, ha detto a Forum 18 che il campo è nel deserto e vicino a diverse industrie chimiche, e le condizioni non sono facili. "È come una qualcosa del Medioevo".



{Note a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova.net}



Il Turkmenistan è uno stato dell'Asia centrale confinante a nord con con il Kazakhstan, a nord-est con l'Uzbekistan, a sud con l'Afghanistan e l'Iran ed a ovest con il Mar Caspio.
Per anni, il paese è stato oppresso dal Partito Democratico del Turkmenistan presidenziato da Saparmyrat Nyýazow, era l'unico partito legalizzato, il cui presidente deteneva il potere assoluto e a vita. Esso curava il culto della personalità del presidente, detto Turkmenbashi (capo di tutti i turkmeni) e nessuna opposizione al regime era ammessa.
Alla morte del presidente Nyýazow fu eletto tramite elezioni presidenziali, avvenute l'11 febbraio 2007, a capo del governo Gurbanguly Berdimuhammedow, si prospetta così una nuova era di democrazia e libertà.
La maggioranza dei cittadini del Turkmenistan sono di etnia turkmena, con minoranze russe e uzbeke.



I Testimoni di Geova in Turkmenistan:

In Turkmenistan la Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova non è riconosciuta legalmente.

Le autorità governative, attraverso leggi molto ferree e l'uso della forza, opprimono con repressione violenta tale organizzazione religiosa.
I Testimoni di Geova presenti nel territorio sono costretti a vivere clandestinamente la loro fede e, se scoperti, subiscono soprusi di ogni genere, comprese percosse fisiche e psicologiche oltre a interminabili detenzioni in condizioni quasi disumane.
Tutto ciò, nonostante i Testimoni di Geova professino semplicemente gli insegnamenti di Cristo Gesù esposti nella Sacra Bibbia e vivano in pacifica armonia nella comunità in cui risiedono dove praticano quotidianamente il comandamento cristiano dell'amore per il prossimo come se stessi.

In tutto il mondo, questa comunità cristiana è nota per l'assolvimento diligente del pagamento di tutte le tasse e tributi richiesti, nonché la loro sottomissione a tutte le leggi dello Stato, purché non confliggano con l'adorazione religiosa.
Purtroppo, questo governo, continua in questa attività proscrittiva quasi indisturbatamente, nonostante sia evidente che tali azioni violino palesemente i principi universalmente riconosciuti relativamente alla fondamentale libertà dell'uomo, libertà di idee, di opinione, di parola, di religione, così come sancito dagli articoli 1-3-9-18-19 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

In attesa dell'intervento risolutivo di Geova, auspichiamo che possa essere al più presto 'stabilita legalmente' (Filippesi 1:7) l'attività religiosa dei Testimoni di Geova del Turkmenistan



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Religious Intelligence, in data 1 Ottobre 2009, da parte del giornalista Paolo Gallini, Sezione news (www.religiousintelligence.co.uk)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net