Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Esiti di trattamenti per il cancro senza uso di sangue in pazienti che rifiutano trasfusioni ematiche

Esperienze di 77 casi in un singolo centro

Oh SY., Kim SH., Kwon HC., Lee S., Kim KH., Kwon KA., Lee KY., Kim HJ.
Dipartimento di Medicina Interna, Collegio di Medicina della Dong-A University, 3-1 Dongdaeshin, Seo-gu, Busan 602-715, South Korea.



Scopi: Alcuni pazienti non sono disposti ad accettare derivati del sangue per motivi religiosi. In questo studio, noi abbiamo valutato i risultati di trattamenti clinici per il cancro in alcuni casi di pazienti Testimoni di Geova nell’ordine di identificare i rischi associati al loro trattamento, oltre alla loro necessità di trasfusioni.

Metodi: Abbiamo analizzato 77 casi di pazienti affetti (JW) da cancro confermato istologicamente dal Gennaio 2001 all’Aprile 2008.

Risultati: L’età media dei pazienti era di 59 anni (range 8-83 anni). La sede affetta primariamente più comune era lo stomaco (20,8%), seguita dalla mammella (14,3%) e dalla regione colon-retto (11,7%). Gli interventi sono stati eseguiti su 44 pazienti (89,8%).Sono stati rilevati dei cambiamenti nei profili della conta completa del sangue attraverso l’emoglobina dei pazienti (media +/- SD; 12,7+/-2,1 g/dL a 10.6 +/-2,3 g/dL, P< 0,001). Ventisei pazienti hanno ricevuto aiuto chemioterapico. Tra questi, 21 (80,8%) hanno completato il loro previsto programma. Centoventisette cicli di chemioterapia endovenosa sono stati somministrati a 19 pazienti. Il fattore stimolante i granulociti e l’eritropoietina sono stati usati rispettivamente in 45 e 20 cicli di trattamenti.I livelli >/= di trombocitopenia e anemia sono stati notati nel 3,9% e nel 2,4% dei pazienti. I tassi di sopravvivenza di 3 e 5 anni sono stati rispettivamente rilevati nell’80% e nel 70% dei casi. La maggiore causa di morte è stata la progressione della malattia piuttosto che l’emorragia.

Conclusioni: La chirurgia del cancro senza uso di sangue e la chemioterapia non sono state accompagnante da serie complicazioni. Pochi casi di chemioterapia palliativa hanno anche richiesto trasfusioni. Uno studio prospettico di specialisti sarà usato per determinare con precisione la sicurezza del trattamento del cancro senza sangue e l’efficacia delle trasfusioni alternative.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "NCBI PubMed", nel mese di ottobre 2009 con i seguenti riferimenti: Support Care Cancer. 2009 Oct 20. (http://www.ncbi.nlm.nih.gov)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net