Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La Corte Suprema Russa sta per tenere l’udienza sul caso controverso che prende in esame le pubblicazioni riconosciute a livello internazionale



MOSCA - La Corte Suprema della Federazione Russa terrà l’udienza di appello dei Testimoni di Geova della città di Taganrog per quanto riguarda la decisione dei tribunali sia locali sia di appello di sciogliere le loro congregazioni e di inserire 34 pezzi delle loro pubblicazioni religiose in un elenco nazionale di "letteratura estremista." Le pubblicazioni al centro di questa controversia sono distribuite in oltre 500 lingue (vedi traduzione redazione CtdG: Pietra miliare nella pubblicazione e nella traduzione: 500 lingue) in tutto il mondo. I tribunali di grado inferiore in Russia hanno già dichiarato che la letteratura è estremista in base alla legge Russa. La Corte Suprema terrà l’udienza di appello l'8 Dicembre 2009.

Taganrog si trova nella regione di Rostov, vicino al confine Ucraino con la Russia. Due mesi fa, l’11 Settembre 2009, il Tribunale Regionale di Rostov ha emesso la sua sentenza di sciogliere la congregazione locale dei Testimoni di Geova di Taganrog e di dichiarare estremiste 34 pubblicazioni dei Testimoni di Geova. Anche se la sentenza è stata impugnata e quindi non è ancora esecutiva, alcuni enti governativi stanno già conducendo irruzioni e perquisizioni in edifici religiosi e in abitazioni private. La letteratura è stata sequestrata, le funzioni religiose sono state interrotte, e le spedizioni di letteratura (vedi traduzione redazione CtdG: Bloccate spedizioni di letteratura in Russia ) dall'estero sono state bloccate alla frontiera. I trattenimenti e gli interrogativi ingiustificati nei confronti dei credenti sono aumentati in frequenza.

La decisione della Corte Suprema, se avversa, potrebbe costituire un precedente non solo per i Testimoni di Geova, ma anche per i credenti di tutte le confessioni religiose. Sarebbe la prima volta che della letteratura Cristiana riconosciuta a livello internazionale venisse censurata in Russia. D'altra parte, se la Corte Suprema deliberasse a favore della congregazione locale, proseguirebbe sulla falsariga recente di pronunciarsi a favore dei Testimoni di Geova come ha già fatto due volte di recente, ed in favore del pluralismo religioso.

Riguardo a questa prossima sessione della Corte Suprema Russa, Vasiliy Kalin, il presidente del consiglio direttivo dei Testimoni di Geova della Russia, ha dichiarato: "Questa decisione della Corte Suprema potrebbe porre fine alle accuse infondate contro l'attività e la letteratura dei Testimoni di Geova . Ci auguriamo che la Corte difenderà il diritto costituzionale dei Testimoni di Geova, ed in effetti di tutti i credenti in Russia, alla libertà di religione."

L'udienza si terrà l'8 Dicembre 2009, alle ore 10:00 in Povarskaya St. n° 15, Mosca, nell’aula di tribunale 5038.


Contatti:
Russia: Yaroslav Sivulskiy, Telefono: +7 911 087 80 09
Grigory Martynov, Telefono: +7 911 101 76 24
USA: James E. Andrik, Telefono: + 1 845 306 0711
Europa: Marc Hansen, Telefono: + 32 2 782 0015



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 18 novembre 2009

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net