Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La Corte Suprema Russa emette una sentenza contro i Testimoni di Geova e la libertà religiosa



MOSCA – In data 8 dicembre 2009 la Corte Suprema della Federazione Russa ha valutato l’appello di una congregazione locale dei Testimoni di Geova ed ha confermato la precedente sentenza di un corte minore di bollare come “estremiste” 34 pubblicazioni di educazione religiosa. La Corte Suprema ha respinto l’appello della congregazione, che ora deve affrontare lo “scioglimento”.

Arli Chimirov, legale rappresentante dei Testimoni di Geova, ha condannato la sentenza: “La decisione odierna della Corte Suprema va contro la libertà di manifestare le proprie credenze religiose, e rappresenta un’applicazione erronea della legge federale contro le attività estremiste ai danni dei Testimoni di Geova, che distribuiscono queste pubblicazioni in tutto il mondo. I Testimoni di Geova faranno appello alla Corte Europea dei Diritti Umani per proteggere la libertà religiosa in Russia, inclusa la libertà di utilizzare letteratura religiosa a propria discrezione e di condividere pacificamente le proprie credenze con altri. Nel frattempo temo che ci saranno altri atti di intolleranza religiosa ed odio contro i Testimoni di Geova, a causa di questa sentenza”.

I membri della congregazione di Taganrog (regione di Rostov), al centro di questo caso, così come altri fedeli in tutta la Russia e in tutto il mondo, sono a loro volta molto preoccupati del fatto che questa sentenza porterà una grande ondata di intolleranza religiosa, anche peggiore di quella fomentata dalla precedente sentenza della corte regionale. Ci sono altri 7 casi ancora in sospeso contro i Testimoni di Geova per le stesse accuse di “estremismo” mosse contro la congregazione di Taganrog.

Il presidente del Comitato Amministrativo dei Testimoni di Geova in Russia, Vasily Kalin, ha dichiarato: “Temo che questa sentenza aprirà una nuova era di opposizione contro i Testimoni di Geova, dove i loro diritti di riunirsi pacificamente, ottenere letteratura religiosa e condividere con altri la speranza contenuta nei Vangeli sarà ancora più limitata”. Kalin può parlare per esperienza. “Quando ero giovane sono stato deportato in Siberia per essere Testimone di Geova e perché i miei genitori leggevano La Torre di Guardia, la stessa rivista ingiustamente dichiarata “estremista” in questo processo”.

La Torre di Guardia viene pubblicata da 130 anni, è disponibile in 170 lingue e viene distribuita ogni mese in circa 37 milioni di copie in tutto il mondo. I Testimoni di Geova professano la loro fede in Russia da oltre 100 anni.


Contatti:
Russia: Yaroslav Sivulskiy, telefono +7 911 087 80 09
Grigory Martynov, Telefono +7 911 101 76 24
USA: James E. Andrik, telefono + 1 845 306 0711
Europe: Marc Hansen, Telefono + 32 2 782 0015



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 8 dicembre 2009

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net