Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Due donne arrestate nei pressi di Mosca mentre svolgevano opera di predicazione, detenute per settimane con la falsa accusa di furto con scasso.





Due donne arrestate nei pressi di Mosca mentre svolgevano opera di predicazione, detenute per settimane con la falsa accusa di furto con scasso.

LOBNYA, Russia - A più di sei settimane dall’arresto, due testimoni di Geova, arrestate mentre svolgevano opera di predicazione del loro credo nei pressi di Mosca, con la falsa accusa di furto con scasso, sono ancora detenute in prigione. Malgrado lo sforzo intenso profuso dai loro avvocati e dall’intera comunità religiosa, non è stato possibile assicurare loro la liberazione.

Il 7 maggio 2010, Maria Zubko e Anna Melkonyan, testimoni di Geova che frequentano una congregazione locale, come loro abitudine, stavano partecipando al ministero pubblico. La polizia le ha arrestate mentre stavano parlando di argomenti religiosi ai residenti di un condominio. Sono state accusate di aver commesso alcuni furti commessi recentemente in Lobnya. Nonostante la politica ufficiale per minimizzare le detenzioni prima del processo e malgrado entrambe godano di una buona reputazione e non abbiano mai riportato precedenti condanne, restano in carcere sulla base di prove indiziarie. Malgrado possano provare di essere estranee e non coinvolte nei reati loro ascritti, i loro nomi e le loro foto sono state trasmesse dalla televisione nazionale che le ha identificate come criminali.

L’avvocato Dmitriy Kolobov ha riferito: “Un'inchiesta preliminare indica che le autorità in Lobnya non si sono avvicinate al caso con il chiaro obiettivo di cercare la giustizia; ha prevalso invece il pregiudizio. Per esempio, l’investigatore neanche riconosce che le donne hanno un alibi solido e credibile. Così stiamo ora determinando di avviare un procedimento penale contro i funzionari di polizia per falsificazione degli elementi di prova.


Contatti:
Russia: Grigory Martynov, telephone +7 812 702 26 91
Belgium: European Association of Jehovah’s Christian Witnesses, telefono +32 2 782 00 15
USA: J.R. Brown, telefono +1 718 560 5600



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 25 giugno 2010

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net