Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La Corte Europa dei Diritti umani ha deciso che la messa al bando giudiziaria emessa contro una comunità dei Testimoni di Geova di Mosca è illegale.

TdG, Strasburgo contro Russia



La Corte Europa dei Diritti umani ha deciso che la messa al bando giudiziaria emessa contro una comunità dei Testimoni di Geova di Mosca è illegale.

La messa al bando è avvenuta, secondo un comunicato della Corte, in violazione della Convenzione Europea dei Diritti Umani, e in particolare degli articoli riguardanti la libertà di pensiero, coscienza, culto e riunione.

La Corte Europea ha anche acusato le autorità russe di negare alla comunità dei Testimoni di Geova il diritto di adire alla legge nei tempi e nei modi previsti.

La comunità ha presentato cinque appelli, senza successo, per essere nuovamente registrata legalmente al governo Russo fra il 20 ottobre 1999 e il 12 gennaio 2001.

Nel marzo 2004 un tribunale ha messo al bando la comunità, accusandola di incoraggiare il suicidio, di obbligare alcuni dei suoi membri a rifiutare l'assistenza medica per ragioni religiose, di forzare i minori ad attività religiose contro la loro volontà e senza il consenso dei parenti, di provocare separazioni familiari e di commettere infrazioni nel campo dei diritti e delle libertà personali.

Nella sua decisione la Corte ha ricordato che "libertà di pensiero, coscienza e religione è uno dei pilastri della società democratica", e ha ordinato al governo russo di pagare ventimila euro di danni ai Testimoni di Geova, e cinquantamila euro di spese.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito del giornale La Stampa, in data 16 Giugno 2010, da parte del giornalista Marco Tosatti, rubrica San Pietro e dintorni (www.lastampa.it)