Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Francia condannata per aver violato la libertà di espressione di un testimone di Geova

La Corte Europea dei Diritti Umani ha condannato oggi la Francia per aver violato la libertà di espressione di un testimone di Geova che ha scritto un’opera contro i movimenti che combattono le sette.

La Corte, con sede a Strasburgo, ha imposto al paese una multa di 6.900 euro come sanzione per la sentenza di diffamazione che la Giustizia francese decretò nel 1997 contro Christian Paturel e la casa editrice del saggio.

Un’anno prima di questo giudizio Paturel aveva finanziato la pubblicazione del saggio 'Sectes, religions et libertés publiques' (‘Sette, religioni e libertà pubbliche’) per l’editoriale 'Le pensée universelle' (‘Il pensiero universale’).

I tribunali francesi considerarono che ‘mancava (nell’opera) l’esigenza di serietà nell’investigazione e la prudenza di espressione’ e che l’autore ‘manifestava una animosità personale contro l’Unione Nazionale di Associazione della Difesa e dell’Individuo (UNADFI)’, autore della querela.

Ciò nonostante, la Corte Europea dei Diritti Umani ha valutato nella sentenza di oggi che ‘i numerosi documenti apportati dal querelante provano in maniera sufficiente’ che ‘le dichiarazioni incriminate’ dalla giustizia francese sono ‘giudizi di valore’ che non possono costituire ‘una dimostrazione della sua esattezza’.



fonte