Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Comunicato della Federazione Cristiana dei Testimoni di Geova della Francia

- 30 settembre 2010 -



La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, in data 21 settembre 2010, ha dichiarato ricevibile il ricorso presentato dai testimoni di Geova contro lo Stato francese. Questa decisione di ricevibilità deriva dall'iniziativa dell'amministrazione fiscale francese, unica in Europa ad assoggettare tutte le donazioni dei fedeli di questa confessione ad una tassazione retroattiva al tasso esorbitante del 60%, oltre gli interessi di mora.

Questa importante decisione era attesa dal 24 Febbraio 2005, data in cui è stato presentato il ricorso.

La Corte ha dichiarato ricevibile il reclamo dell'Associazione dei Testimoni di Geova per la violazione della libertà di religione in base all'articolo 9 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.

In diverse occasioni, tra le quali il 10 Giugno 2010 (Testimoni di Geova di Mosca contro la Russia), la Corte Europea ha fatto presente che i Testimoni di Geova sono una religione abbastanza nota e diffusamente riconosciuta in Europa, in netto contrasto con l’ingiusta tassazione imposta dall’Amministrazione fiscale francese.

Questo caso trattato dalla Corte interessa tutti coloro che attribuiscono valore alla libertà di religione e di opinione.

La decisione del 21 settembre 2010 è solo una fase processuale, dato che il caso deve ancora essere giudicato nel merito. Nell’attesa, i Testimoni di Geova sono lieti della loro presenza nello scenario cultuale e della prospettiva di vedere cessare le discriminazioni di cui sono stati

Leggi il comunicato della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito ufficiale dei Testimoni di Geova della Francia, Les Témoins de Jéhovah de France, in data 30 settembre 2010, sezione Communiqué (www.temoinsdejehovah.org)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net