Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Tribunali russi omettono di condannare l'interruzione illecita di una funzione religiosa e la detenzione illegale di un giovane




Il Tribunale Regionale di Sverdlovsk


YEKATERINBURG, Russia – Una riunione pacifica dei Testimoni di Geova che nella domenica del 24 Maggio 2009 era stata interrotta nella città di Asbest, della regione di Sverdlovsk, è la base per la costante azione legale da parte dei Testimoni di Geova. In quell'occasione, poliziotti armati e ufficiali dell'FSB hanno compiuto un’irruzione durante l’adunanza, condotto i fedeli alla stazione di polizia e negato il loro diritto all'assistenza legale. Mikhail, un giovane di 15 anni che era presente alla riunione, è stato rinchiuso in una struttura per il reinserimento sociale. Il 10 agosto 2010, il tribunale locale di Asbest ha condannato il raid e le azioni successive delle forze dell'ordine, ma ha rifiutato di pronunciarsi sull’interruzione della riunione e di dichiarare illegale la detenzione dell’adolescente. Quella decisione è stata confermata dal Tribunale Regionale di Sverdlovsk il 16 dicembre 2010.

L’avvocato Ye. S. Chernikov ha dichiarato: "I giudici hanno ignorato sia le norme della legge russa, che garantiscono la protezione dei servizi di culto dall'intervento dello Stato, sia la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo nel caso Kuznetsov. In quel caso, il Tribunale ha condannato un’interruzione simile di una riunione religiosa dei Testimoni di Geova nella vicina città di Chelyabinsk. In questo caso attuale, le decisioni dei tribunali hanno privato i ricorrenti di qualsiasi speranza di ricevere protezione giudiziaria dalle azioni arbitrarie dei funzionari e hanno messo in discussione, ancora una volta, l'efficacia del sistema giudiziario russo."

I Testimoni di Geova della città di Asbest, in particolare Mikhail e i suoi genitori, sono decisi a fare appello alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.


Contatti:
In Russia: Grigory Martynov, tel. +7 812 702 2691
In Belgio: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova, tel. +32 2 782 0015
Negli USA: JR Brown, tel. +1 718 560 5600



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 19 gennaio 2011

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net