Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Gruppi di fedeli aiutano con la ricostruzione

Domenica 22 gennaio 2006

Di Bea O'Quinn Dewberry
bdewberry@repub.com


Fino alla scorsa settimana, Tina Cook di Pascagoula, Mississippi, mai aveva incontrato il fotografo di Easthampton ed agente immobiliare David Ryan. Ma giovedì scorso, ella si riferiva a lui come ad un proprio amico.

"I miei amici provengono dal New Jersey, Illinois, Massachusetts, tutt’intorno", ha detto Cook, descrivendo le centinaia di volontari come Ryan, uno dei 22 locali testimoni di Geova che ha viaggiato fino in Mississippi la scorsa settimana per partecipare agli sforzi nella ricostruzione lungo la Costa del Golfo danneggiata dall’uragano.

Cook ha detto che al momento lei ed altre vittime dell’uragano Katrina si erano sentite abbandonate dalla flebile risposta ricevuta dall’Agenzia Federale Gestione Emergenze, ma la propria fede nella comunità religiosa mai è vacillata.

Questa è una fede fondata su organizzazioni che hanno risposto immediatamente ai bisogni dei superstiti, hanno aperto sinagoghe, chiese e moschee per gli evacuati dalle case, e continuano ad aiutare negli sforzi per la ricostruzione.

"Essi mi hanno insegnato come Geova opera ... che quando noi siamo nel bisogno Egli ci viene in aiuto. Egli ha fatto quindi da mandante di così tanti amici i quali sono venuti per aiutare", ha detto la 34enne Cook, una madre di tre figli e cassiera di banca la cui casa è stata inondata dall’uragano.

Grazie al lavoro dei testimoni di Geova, molti dei quali provenienti dal Massachusetts occidentale, la casa dei Cook è la sola dell’isolato ricostruita.

Il governo federale ha stanziato a parte quasi 70 miliardi di dollari per i soccorsi e la ricostruzione, ma anche assicurando diversi fondi è stata una sfida per i sopravvissuti alla tempesta.

Volontari provenienti da tutte le denominazioni religiose hanno pulito le macerie, costruito case, rinnovato scuole ed aiutato i residenti a riprendere un certo ordine nelle loro vite.

"Noi siamo qui fisicamente a riparare case e spiritualmente ad aiutare la gente, ed a restituire la gioia alle loro vite", ha detto Ryan, il quale come membro del gruppo designato alla cucina si svegliava prima delle 7 del mattino la scorsa settimana per cucinare tre galloni di farina grossa d’avena, salsa, biscotti e salsicce per più di 100 volontari provenienti da tutta la nazione.

"Questo intero quartiere era stato inondato e la maggioranza delle case si stanno ricostruendo a causa delle perdite provocate dai danni di muffa e di acqua", Ryan ha detto.



fonte