Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Il tribunale di Baku disattende la libertà religiosa e limita l'espressione in pubblico della propria fede




Baku - Corte di Appello



BAKU, Azerbaigian - Nel tentativo di sostenere i propri diritti, Nina Gridneva ha fatto ricorso in appello contro il verdetto del 19 ottobre 2010 del Tribunale del Distretto di Sabail con il quale la condannava ad una multa di 200 Manat (US$ 250) presumibilmente per la distribuzione del libro "Cosa insegna realmente la Bibbia?" in un parco pubblico.

Il 18 novembre 2010 la Corte d'Appello di Baku ha confermato il verdetto del tribunale di primo grado dichiarando che la sua condanna e la multa "non significano che è stata violata in alcun modo la sua libertà religiosa." Nel giungere a tale conclusione la Corte non ha fatto alcun tentativo per applicare la Convenzione Europea per la Salvaguardia dei Diritti dell'uomo e delle Libertà Fondamentali, che garantisce la libertà di esprimere la propria religione "in pubblico".

La Corte d'Appello ha applicato l'articolo 12 della legge dell'Azerbaigian sulla Libertà delle Credenze Religiose al caso Gridneva, che richiede che un'associazione religiosa "svolga la propria attività soltanto presso la [propria] sede legale." La Corte ha dichiarato: "Anche se la signora Gridneva avesse avuto il permesso ... per essere impegnata in questo tipo di attività avrebbe dovuto condurre quest'attività soltanto presso la sede legale [della Comunità Religiosa dei Testimoni di Geova]."

Limitare l'attività di predicazione di circa 1.000 Testimoni di Geova in Azerbaijan solo alla sede legale della Comunità Religiosa è contrario alla Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo, che la Repubblica dell'Azerbaigian ha ratificato il 15 aprile 2002.



Contatti:
In Belgio: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova
Telefono: +32 2 782 0015 - Portatile: +32 475 58 10 36
In Gran Bretagna: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova
Telefono: +44 208 906 2211
Negli Stati Uniti: J.R. Brown, Ufficio Relazioni Pubbliche, Telefono: +718 560 5600
Negli Stati Uniti: Gregory Allen, Direttore Affari Legali, Telefono: +845 306 0711



fonte


Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 23 marzo 2011

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net