Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Testimoni di Geova: condannato un Comune in Francia





Il Tribunale Amministrativo (TA) di Bordeaux ha condannato il municipio di Langon (Gironda), per essersi rifiutato di affittare una sala municipale ai Testimoni di Geova, questo in nome della "laicità repubblicana". Secondo la giurisdizione, tale rifiuto costituisce un'attacco alla "libertà di riunione". Se il sindaco di Langon si è basato sulla decisione di "rispettare i principi laici e repubblicani', tale motivo non è sufficiente per giustificare il suo rifiuto che è di fatto "illegale" e contribuisce ad un attacco alla "libertà di riunione". Il Tribunale ordina al comune di mettere la sala a disposizione dell'associazione locale per il culto dei Testimoni di Geova (ALCTJ) di Langon e lo condanna a versare 1000 euro ai Testimoni.

Invocando un danno alle libertà di riunione e di culto, l'ALCTJ aveva citato il TA e si procedeva per direttissima il 26 marzo, dopo aver costatato che il comune aveva rifiutato di affittare la sala municipale, dove avrebbero tenuto un'adunanza annuale per commemorare la morte di Cristo, dato che la loro sala privata che viene di solito utilizzata per le loro riunioni risultava troppo piccola. L'associazione aveva distribuito centinaia di inviti e non trovando una sala disponibile, faceva dunque valere i propri diritti disponendo di una missiva favorevole inviata il 2 novembre 2010 dal comune, il quale faceva infine marcia indietro, giustificando il loro rifiuto basato sui principi di laicità repubblicana.

Il sindaco di Langon, il socialista Charles Vérité ha dichiarato che non farà appello e ha sottolineato il carattere "settario" dei Testimoni. "Si dice che dal 1905 siamo in una repubblica laica, dove tutto ciò è invece terminato" ha dunque dichiarato.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Europe1", in data 6 aprile 2011 (www.europe1.fr)

© Traduzione e rielaborazione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net