Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La Russia ignora la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo

Il Tribunale di Mosca rifiuta di riconsiderare il bando dei Testimoni di Geova



Il Tribunale Distrettuale Golovinsky



MOSCA - A seguito della sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (ECHR), che aveva dichiarato illegale il bando dei Testimoni di Geova di Mosca da parte del Tribunale Distrettuale Golovinsky, i Testimoni hanno depositato un ricorso presso il Tribunale Golovinsky per rivedere la sua sentenza del 26 marzo 2004. Tuttavia, il 15 febbraio 2011, la Corte Golovinsky ha respinto l'istanza per riaprire il caso, dichiarando che la sentenza della Corte Europea "di per sé non può costituire motivo per ribaltare la decisione del tribunale ... o per riconsiderarla sulla base di circostanze scoperte di recente ..."

L'11 gennaio 2011, i Testimoni di Geova di Mosca hanno anche inoltrato domanda al Dipartimento di Giustizia della città di Mosca chiedendo una ri-registrazione del loro soggetto giuridico che era stato sciolto nel 2004. In aggiunta, le domande sono state presentate ai Tribunali Distrettuali a Mosca, sia il Butyrsky che il Presnensky, chiedendo una revisione delle sentenze con cui avevano negato la ri-registrazione della comunità religiosa.

La Corte Europea aveva stabilito che un certo numero di gravi violazioni erano state commesse nel corso di questi procedimenti giudiziari intimando alla Russia di prendere provvedimenti "per porre fine alla violazione constatata dalla Corte e di rimediare per quanto possibile gli effetti." Il tempo dirà se la Russia se renderà effettiva questa sentenza. L'avvocato Arli Chimirov afferma: "I Testimoni di Geova stanno adottando tutte le misure possibili. Ora è il turno del governo. È un dato di fatto: è lo Stato che è tenuto ad attuare la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo".



Contatti:
In Russia: Grigory Martynov, tel. +7 812 702 2691
In Belgio: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova, tel. +32 2 782 0015
Negli USA: J.R. Brown, tel. +1 718 560 5600



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 14 aprile 2011

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net