Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La testimone di Geova non è morta perchè ha rifiutato la trasfusione!

Precisazione dell'Asl: "Morte non è attribuile a fattori emorragici"



Bordighera - Questo quanto sostiene la direzione sanitaria dell’Ospedale di Bordighera, una volta acquisite le relazione dei sanitari che l’hanno avuta in cura.

In riferimento alla pubblicazione dei recenti articoli sul decesso di una paziente testimone di Geova, a causa di una mancata trasfusione, la direzione sanitaria dell’Ospedale di Bordighera, acquisite le relazione dei sanitari che l’hanno avuta in cura, precisa che "La signora è stata ricoverata presso il reparto di terapia sub-intensiva dell’Ospedale di Bordighera il 10 aprile ed è deceduta il 14 aprile per patologie relative all’apparato cardio-respiratorio e non per problematiche di tipo emorragico, che potevano richiedere come intervento sanitario la somministrazione di emotrasfusioni".






{Nota a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net}



La nostra cara conserva Annunziata Iannicelli è deceduta il 15 aprile 2011 ed il suo ricordo è conservato anche nella mente di Dio in vista della risurrezione che avverrà nel paradiso futuro.

Il motivo per cui riportiamo questo unico articolo, pubblicato sul quotidiano online "Riviera 24", non è quello di incensare la citata testata giornalistica in quanto ha svolto in pieno il proprio dovere di cronaca nè di enfatizzare un lodevole comunicato di precisazioni dell'Azienda sanitaria locale . Non è nemmeno quello di fare la morale alle più celebri e famose testate giornalisti che non sembra abbiano attribuito valore a questo comunicato di precisazione dell'ASL, nonostante smentisse i loro titoli ad effetto tendenti a presumere che la morte della nostra sorella fosse dovuta ad una mancata trasfusione di sangue.

Piuttosto desideravamo semplicemente stigmatizzare la parte mancante della notizia sulla Testimone di Geova Annunziata Iannicelli per evidenziare ai nostri lettori quanto sia importante ricercare tutti i particolari fra tutte le attendibili fonti disponibili. Spesso sull'argomento Testimoni di Geova e sangue si rischia di incorrere nell'equivoco "rifiuto trasfusione = muoiono perchè non vogliono curarsi", cosa che non solo può alimentare il pregiudizio, ma senz'altro non rappresenta tutta la verità dei fatti come nel caso in questione.

Anzi, con una ricerca come si dovrebbe, con i crismi del ricercatore obiettivo, si scoprirebbe che se la chirurgia alternativa e senza sangue ha fatto progressi da gigante, tanto che negli USA esistono interi "bloodless centers" (ospedali con chirurgia senza uso di sangue) a beneficio di tutti, lo si deve proprio ai Testimoni di Geova che hanno sperimentato per primi tutte le tecniche all'avanguardia nel campo chirurgico. Corrisponde a verità, come certuni ancora ci dipingono di fronte all'opinione pubblica, che i Testimoni di Geova preferiscono morire piuttosto che essere curati? Lasciamo che i fatti costituiscano la "sentenza".

- Redazione CTdG -





fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito del quotidano online della provincia di Imperia "Riviera 24.it", in data 21 aprile 2011, da parte del giornalista Mario Guglielmi, rubrica Cronaca (www.riviera24.it)