Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Giovani musulmani attaccano il tempio dei Testimoni di Geova e incendiano un bar





DAKAR - Decine di giovani musulmani hanno attaccato un luogo di adorazione della comunità dei Testimoni di Geova a Yoff, nei pressi di Dakar, perchè lo hanno considerato "una presenza inaccettabile" nella loro zona, in maggioranza musulmana, e hanno successivamente incendiato un bar.

Secondo la stampa locale di oggi, l'incidente è avvenuto ieri quando i membri della comunità dei Testimoni di Geova stavano tenendo l'adunanza della domenica nel sito dove progettano di edificare una chiesa.

"Stiamo combattendo una dura battaglia per dire di no a cattive pratiche nel paese di Yoff. Non accetteremo mai la costruzione di una casa di Geova a Yoff ", hanno detto gli aggressori.

Il responsabile dei Testimone di Geova è stato ferito nell'attacco, costringendo gli altri membri della comunità a scappare per sfuggire all'ira della turba, come riferito dai mezzi di comunicazione.

Le forze di sicurezza sono intervenute sul luogo lanciando gas lacrimogeni per disperdere gli aggressori.

Più tardi, i giovani musulmani hanno saccheggiato un bar-ristorante ubicato nella città, che hanno accusato di promuovere la perversione dei giovani, considerato che è un luogo di vendita e consumo di bevande alcoliche.

Il titolare di questa attività ha qualificato l'azione come un atto di vandalismo che ha causato danni di un'entità superiore a 65.000 dollari



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito ABC Digital, in data 27 giugno 2011, rubrica Internacionales (www.abc.com.py)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net