Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Disabile arrestato, picchiato ed espulso per aver letto la Bibbia




Stazione di polizia di Dushanbe


DUSHANBE, Tajikistan — i rappresentanti della Commissione per la Sicurezza Nazionale (SCNS) e il Dipartimento di Polizia di Dushanbe hanno fatto irruzione il 22 luglio 2011 durante una pacifica riunione religiosa dei testimoni di Geova, tenuta in un appartamento privato. I funzionari hanno condotto perquisizioni frugando tra gli oggetti personali dei testimoni, sequestrato tutta la loro letteratura religiosa e urlato al gruppo, sostenendo che era illegale radunarsi per i testimoni di Geova. Il proprietario dell'appartamento insieme alla madre e alle sue quattro figlie (età dai 2 ai 13 anni) sono stati condotti al commissariato di polizia dove sono stati interrogati per quasi sette ore. Dopo la loro liberazione, le quattro giovani ragazze hanno necessitato di assistenza medica per affrontare il trauma che ne è risultato.

Gli altri due adulti del gruppo sono stati arrestati e interrogati dalla polizia e dai rappresentanti dell’SCNS per più di 20 ore. Uno dei detenuti adulti è stato Sherzod Rahimov, un ventiquattrenne testimone di Geova che soffre di una disabilità permanente e può camminare solo con l'aiuto delle stampelle. E' stato interrogato da 15 agenti di polizia che gli hanno ordinato di rinnegare la sua fede e lo hanno picchiato ripetutamente. Rahimov ha sofferto di gravi vertigini, mal di testa e nausea nei giorni successivi alla percosse. Quando la polizia ha appreso che Rahimov è un cittadino dell'Uzbekistan, ha insistito sul fatto che lo avrebbe falsamente accusato di atti criminali e ha minacciato di torturarlo mettendolo su una sedia elettrica.

Rahimov aveva vissuto legalmente in Tagikistan con la madre e i fratelli dal 2009. Prima del suo arresto, aveva chiesto di rinnovare il suo permesso di soggiorno. Tuttavia, l'SCNS gli ha sequestrato il passaporto e non glielo ha restituito finchè non è scaduto. Rahimov è stato poi accusato di una violazione artificiosa dato che non era riuscito a rinnovare il suo visto e per attività religiosa "illegale". Per questo, Rahimov è stato estradato in Uzbekistan il 17 agosto 2011.

Tali atti di intolleranza religiosa da parte di funzionari locali sono contrari alla garanzia della libertà di religione e di associazione sancita nella Costituzione del Tagikistan e dai trattati internazionali ratificati dal Tagikistan.


Contatti per i Media:
J.R. Brown, tel. +1 718 560 5600
Russia: Toporov Yuriy, tel. +7 727 232 3662
Belgio: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova, tel. +32 2 782 0015
Gran Bretagna: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova, tel. +44 208 906 2211



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato in data 16 settembre 2011 sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net