Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Eritrea: Muore Testimone di Geova in prigione





Asmara, Eritrea - Misghina Gebretinsae, uno dei Testimoni di Geova imprigionati in Eritrea senza accuse particolari, è morto in circostanze oscure durante la sua detenzione da parte delle autorità eritree. Aveva 62 anni.

I dettagli sulla causa esatta della morte sono oscuri. Secondo le informazioni ricevute, qualche tempo prima di morire, il signor Gebretinsae era stato messo in isolamento in un container di metallo per una settimana. Testimoni locali hanno detto che il signor Gebretinsae "si era sentito male" nel campo di prigionia Meitir dov’era detenuto e che all’Ospedale di Gindae vicino a Massawa è stato dichiarato "morto al suo arrivo". Successivamente, il corpo del signor Gebretinsae è stato portato all’Ospedale di Halibet di Asmara dove la notizia della morte di Misghina è stata comunicata ai Testimoni locali. Lascia un figlio e tre figlie.

I Testimoni di Geova in Eritrea sono stati solo recentemente informati della morte del signor Gebretinsae, conosciuto come un fedele padre di famiglia cristiano. La sua famiglia e i compagni di fede piangono la sua perdita. Il signor Gebretinsae godeva di un’ottima reputazione di persona rispettabile e fidata. Molti testimoni locali lo consideravano come una risorsa per la congregazione e la sua comunità.

I Testimoni di Geova in tutto il mondo sono profondamente turbati che in Eritrea i loro compagni di fede rispettosi della legge vengono arrestati e imprigionati senza essere accusati di alcun crimine e senza un regolare processo. Il signor Gebretinsae è stato uno dei Testimon, tra cui donne e bambini, che hanno sperimentato un trattamento così duro da parte delle autorità eritree, soprattutto durante un'ondata di arresti sistematici dei Testimoni di Geova che va da luglio 2008 a giugno 2009. Il governo ha messo al bando tutte le minoranze religiose nel paese dal 2002, ma i Testimoni in Eritrea sembrano essere un obiettivo speciale. Tra i Testimoni di Geova in Eritrea tre obiettori di coscienza sono detenuti in carcere da quasi 17 anni, e due bambini, di 3 e 4 anni, sono incarcerati con le loro madri. Ai Testimoni prigionieri sono negate le visite, comprese quelle dei loro familiari. A partire dal 5 aprile 2011, sono stati incarcerati 51 Testimoni di Geova in Eritrea, compreso il signor Gebretinsae.

Con il decesso di Misghina Gebretinsae è la prima volta che viene registrata la morte di un Testimone di Geova deceduto mentre si trovava in custodia delle autorità eritree.



Contatti per i media:
J.R. Brown, tel. +1 718 560 5600
Belgio: Associazione Europea dei Cristiani Testimoni di Geova, tel. +32 2 782 0015



fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato in data 5 ottobre 2011 sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net