Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Lunedì il funerale del Testimone di Geova morto sabato a Virle (BS)

«Era un uomo di fede e di profonda sensibilità»


Giancarlo Giuzzi


A Montichiari la commozione è profonda, perchè in tanti ricordano nella vittima di questo assurdo incidente una persona piena di vita, di entusiasmo, di qualità umane non comuni. E non è solo retorica, perchè chi ha conosciuto il povero Giuzzi ne parla come di una persona molto speciale. Questo dolore, questa tragedia colpisce una famiglia serena, conosciuta e stimata, ben inserita nella vita sociale del quartiere Allende di Montichiari.

DAVANTI ALLA CASA dove la famiglia Giuzzi-Rolfi abita da tre anni, in via Oscar Romero 36, ieri pomeriggio si è formata una fila lunga e dolente di amici, che si alternavano all'ingresso dell'abitazione per portare una parola solidale ai congiunti di Giancarlo Giuzzi, rimasto vittima sfortunata di un grande amore per la montagna, in quello che doveva essere un pomeriggio di sport e relax. A ricevere gli amici c'era, affranta, la moglie Margherita.

MA L'ATMOSFERA in casa, anche in quelle prime ore di sgomento e di strazio, era di grande dignità, di una sofferenza nobile e composta, senza scene di disperazione. Come ad esprimere un dolore troppo profondo e interiore, per potersi manifestare nei gesti e nelle parole. Un dolore lacerante, ma silenzioso, dignitoso, forse ancora incredulo. I carabinieri avevano suonato il campanello di quell'abitazione solo da poche ore, con l'ingrato compito di dare il doloroso annuncio della morte di Giancarlo. Annuncio che in breve ha raggiunto gli amici e i conoscenti.

«SIAMO COLPITI da questa terribile notizia - dice Armando Cogno, il presidente del Circolo alpini di Montichiari, che abita a due passi dai Giuzzi -. Ogni tanto si stava insieme per discutere sui problemi del quartiere. Giancarlo era una persona attenta, sensibile, un vero artista, un amante della natura. Basta guardare questa sua opera - dice, indicando l'aiuola fiorita e decorata che orna l'ingresso della casetta a schiera -. Capita talvolta di riconoscere le grandi sensibilità e la spiritualità delle persone nelle piccole cose, nei piccoli impegni quotidiani».

Così è per Giancarlo, compianto dalla moglie Margherita e dal figlio Michele, visitato dalla lunga schiera dei suoi amici che tra i Testimoni di Geova tengono alto il valore dell'amicizia, della missione nella vita e delle piccole cose positive. Ricordato anche dai colleghi della ditta Ambrosi di Castenedolo, dove lavorava con impegno e serietà. Un piccolo esempio di vita semplice, di amore per l'ambiente, che di sicuro lascerà un segno positivo.


Il video giornalistico della notizia



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Bresciaoggi.it, in data 30 ottobre 2011, rubrica Provincia (www.bresciaoggi.it)