Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


SASSARI - Nuova Sala del Regno dei Testimoni di Geova

Oltre quattrocento fedeli all'apertura del tempio per i Testimoni di Geova



SASSARI. Sorrisi di gioia, sguardi commossi e occhi lucidi hanno accompagnato l'inaugurazione del nuovo luogo di culto per i Testimoni di Geova. Qualcuno si asciuga le lacrime, mentre un «fratello» anziano ricorda gli esordi di un'attività religiosa accolta spesso con diffidenza. Ma dagli anni Cinquanta a oggi la comunità a Sassari ha fatto strada: sabato pomeriggio c'erano più di 400 fedeli alla consacrazione della «sala del Regno» di Monte Attentu, in via Caruso.

Bibbia alla mano, tutti chinavano la testa durante l'invocazione, e a più riprese cantavano in piedi i salmi in onore di Dio. Non c'era altare, niente crocifissi. Solo un palchetto, un «podio» dal quale i credenti e i ministri di culto raccontano le proprie esperienze spirituali.

Forte l'attenzione per un filmato sulla storia di due «missionari» giunti da Cagliari nel 1958. Fu grazie alla loro predicazione che nacque il primo gruppo, un piccolo nucleo che ora è una vera comunità. Il video illustrava le fasi di costruzione dell'edificio religioso, mentre una «sorella» ricordava la sua esperienza di «equilibrista», arrampicata sulle travi del tetto per piazzare le tegole.

A rimarcare la solennità della manifestazione, l'intervento di Gianfranco Andreotti, della famiglia Betel di Roma: «Occorre una mano al portafoglio e una sulla coscienza, ma la cosa più importante è la nostra predicazione



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito del giornale "La Nuova Sardegna", in data 01 novembre 2011, rubrica Cronaca (http://lanuovasardegna.gelocal.it)