Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


FRANCIA: Diventa definitiva ed esecutoria la vittoria legale dei Testimoni di Geova






PARIGI - In Francia, i Testimoni di Geova sono stati informati che il governo francese ha deciso di non inoltrare alcuna istanza di riesame della storica decisione emessa il 30 Giugno 2011 dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (ECHR) contro la Francia a favore dei Testimoni di Geova. Conseguentemente, la decisione unanime diventa subito definitiva ed esecutoria.

Il perno della controversia era se il governo avesse agito correttamente emettendo una ingiunzione all'Associazione dei Testimoni di Geova in Francia perchè pagasse il 60% di tassa retroattiva sulle donazioni religiose che erano pervenute tra il 1993 e il 1996. Inizialmente, il governo ha cercato di obbligare l'Associazione a pagare 45 milioni di euro (oltre 61 milioni di dollari USA) che eccedevano di gran lunga il patrimonio dell'Associazione. Col 2011 questa richiesta era cresciuta fino a più di 58 milioni di euro (oltre 82 milioni di dollari USA). La Corte Europea ha deliberato che le azioni del governo hanno violato la libertà di culto dei Testimoni di Geova.

"In Francia, nessuna tra le maggiori religioni è stata sottoposta a questa tassa", fa notare Bruno Faure, un rappresentante dei Testimoni di Geova in Francia. "La Corte ha visto che questo non era un legittimo intento per riscuotere entrate, bensì un tentativo di servirsi della tassazione quale strumento per limitare il culto dei Testimoni di Geova".

La sentenza della Corte annulla la tassa che il governo della Francia ha cercato di imporre sui Testimoni. Durante le prossime settimane, i rappresentanti dei Testimoni di Geova e del governo francese lavoreranno per definire i dettagli in applicazione della decisione della Corte.

"Il nostro desiderio è quello di adorare pacificamente", dichiara Philip Brumley, direttore degli affari legali dei Testimoni di Geova presso la loro sede mondiale a New York. "E la Corte ha detto che noi abbiamo questo diritto, proprio come qualsiasi altra religione riconosciuta a livello internazionale".






Contatti per i Media:
J.R. Brown, Ufficio Informazioni al Pubblico, tel. +1 718 560 5600
Francia: Guy Canonici, tel. +33 2 32 25 55 55




fonte

Questo articolo è stato pubblicato ed aggiornato in data 16 novembre 2011 sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net