Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Turkmenistan: Fallisce l’appello della seguace di Krishna che rimane in prigione, liberato il testimone di Geova

Da Felix Corley, Forum 18 News Service

Forum 18 News Service ha appreso che, la seguace Hare Krishna, Cheper Annaniyazova, non è riuscita a capovolgere la sentenza con cui è stata condannata a sette anni di carcere. Non si conosce il luogo esatto in cui è rinchiusa e nemmeno quali siano esattamente le accuse con cui è stata incarcerata. Si pensa che sia in Turkmenistan e che la sua incarcerazione sia stata ordinata dalla polizia segreta MSS per intimidire la comunità degli Hare Krishna. Comunque, Forum 18 ha appreso che il testimone di Geova A. B. Sogoyev, che era stato rinchiuso in un ospedale psichiatrico dopo che lo scorso novembre aveva rifiutato di prestare servizio militare, è stato ora rilasciato. Forum 18 non è al corrente di altri casi di credenti che al momento sono in prigione per aver rifiutato di prestare servizio militare per motivi di coscienza, ma non ci sono servizi alternativi da offrire ai ragazzi. Nel frattempo, la seconda Chiesa Ortodossa Russa della città dell’est Turkmenabad ha definitivamente ottenuto il riconoscimento statale e quindi il permesso, da parte dello stato, di esistere e questo a sei anni dalla sua richiesta di registrazione.

[...]

Il testimone di Geova A. B. Sogoyev proveniente da Mary, città ad est del Turkmenistan, a novembre è stato chiamato a comparire presso l’Ufficio del Ministero Militare dove è stato interrogato dal procuratore aggiunto ed è stato minacciato di essere imprigionato per il suo rifiuto a prestare servizio militare. Successivamente, Soyegov è stato trattenuto per 10 giorni nell’Ufficio del Ministero Militare ed interrogato nuovamente prima di essere mandato nell’ospedale psichiatrico. (vedi F18News 19 dicembre 2005)

Fonti dei testimoni di Geova hanno confermato a Forum 18 che Soyegov ha potuto lasciare l’ospedale psichiatrico e ritengono che non abbia subito maltrattamenti. “E’ tornato a casa dalla sua famiglia e abbiamo saputo che è stato trattato bene”, ha detto un testimone di Geova a Forum 18. “I medici dell’ospedale psichiatrico lo hanno aiutato”. Soyegov ha ricevuto anche un certificato a conferma che non è idoneo al servizio militare per motivi di salute.

Il Turkmenistan non offre alternative ai ragazzi costretti a prestare servizio militare, e finora, i testimoni di Geova e alcuni battisti che si sono rifiutati di prestare servizio nelle forze armate per motivi di coscienza e di religione sono stati imprigionati. Forum 18 non è al corrente di altri casi di persone che al momento sono in carcere per tali motivi.

[...]



fonte