Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La Corte Suprema della Corea del Sud aspetta la decisione della Corte Costituzionale in merito all'obiezione di coscienza



Giovedì 15 luglio la Corte Suprema della Corea del Sud ha confermato la sentenza di una corte inferiore che condannava a due anni di carcere Myung-Jin Choi, a motivo del rifiuto di prestare servizio militare sebbene fosse disposto a prestare il servizio alternativo. Ora a 25 anni, il sig. Choi attende il verdetto della Corte Costituzionale della Corea, decisione che riguarda un caso simile, prevista tra breve tempo.

Nel frattempo altri 280 obiettori di coscienza, che sono Testimoni di Geova, hanno fatto presenti le loro situazioni simili. Sono trattati come criminali condannati con tutte le conseguenze negative del caso nonostante molti siano stati liberati su cauzione. Tutti questi casi avranno sviluppi solo dopo una decisione della Corte Costituzionale.

Sebbene la decisione della Corte Suprema avesse avuto un risultato di 11 a 1, cinque dei giudici erano d'accordo sul fatto che ci fosse l'esigenza di introdurre un servizio alternativo a quello militare. Il decreto della Corte fa notare che eventuali pene per coloro che rifiutano il servizio militare o comunque l'introduzione di un servizio civile alternativo spetta al corpo legislativo. Ci sono alcuni esponenti politici che stanno facendo pressione per ottenere un disegno di legge che preveda il servizio alternativo a quello militare.

Ogni anno dai 500 ai 700 giovani Testimoni di Geova, che sono del tutto disponibili a prestare un tipo di servizio alternativo, continuano ad essere condannati ed imprigionati a motivo dell' obiezione di coscienza al servizio militare. Questo inoltre provoca conseguenze dal punto di vista giuridico perché crea precedenti penali che limitano un inserimento più agevole nel lavoro e nell'ambito sociale.



fonte