Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La Corte Europea dichiara l’ammissibilità del caso riguardante i cittadini russi sordi



La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha "dichiarato all'unanimità ammissibile”, senza entrare prematuramente nei meriti, l'istanza presentata presso la Corte stessa circa il caso Kuznetsov and Others vs Russian Federation, inerente l'interruzione da parte di un Commissario e dalla polizia, appoggiati dal governo, di una pacifica adunanza religiosa tenuta nella comunità sorda di Chelyabinsk.

La decisione di ammissibilità decretata il 4 ottobre segue l'udienza orale del 9 settembre scorso presso la Corte Europea. Prima di giungere a tale decisione la Corte ha esaminato due aspetti: 1) se c'era un'effettiva interruzione durante lo svolgimento della riunione religiosa e 2) se l'interruzione stessa avesse un motivo valido. I sette giudici hanno concluso che "l'istanza presentata solleva diverse problematiche in materia di meriti e legge sotto la Convenzione, alla cui conclusione si potrà giungere solo esaminando in maniera approfondita tutti gli aspetti".

La Corte ha stabilito ammissibile anche la richiesta che faceva appello agli articoli 6 e 13 della Convenzione circa un numero di difetti procedurali da parte delle corti russe nella gestione del caso, situazione che ha invalidato l'esame dell'istanza dei Testimoni presso quelle corti. Gli articoli 6 e 13 della Convenzione garantiscono un'udienza giusta ed un opportuno rimedio contro le violazioni dei diritti inalienabili e di libertà religiosa. La Corte ha limitato il reclamo a questi aspetti specifici.

La congregazione nella lingua dei segni di Chelyabinsk dei Testimoni di Geova comprende un gruppo di persone con bisogni particolari. Ms. Gorina, Commissario per i Diritti dell'Uomo, e la polizia hanno fatto irruzione ed interrotto un'adunanza cristiana di quel gruppo composto pricipalmente da individui sordi, molti dei quali sono anziani d'età ed inoltre hanno problemi con la vista, in molti casi alterata. Mindiyamal Khudaigulova, uno dei richiedenti sordi, ha detto: "Ancora oggi molti tra cui i più anziani sono preoccupati per un possibile nuovo intervento da parte del Commissario Gorina volto ad interferire ancora le nostre adunanze. Alcuni sono persino terrorizzati dalle possibili prospettive".



fonte