Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Un’opera d’amore: Centinaia di volontari per costruire una nuova Sala del Regno

Di Jane Nordberg



Comune di Franklin (USA) – Secondo i sovrintendenti della nuova Sala del Regno dei Testimoni di Geova in corso di costruzione sulla strada principale n. 41 degli USA, il progetto è il perfetto esempio di “tanti operai che svolgono un lavoro leggero”.

Da quando è iniziato lo scavo nel terreno a metà maggio, il progetto da 300.000 dollari americani è stato il punto di riferimento per centinaia di volontari provenienti dal Wisconsin e dal Michigan, i quali offrono il proprio tempo senza compenso, ha detto Bill Michaelson, sovrintendente al progetto.

“Queste persone hanno famiglie ed un tempo limitato di ferie, ma vengono e ci danno un supporto senza alcuna ricompensa”, ha detto Michaelson la scorsa settimana mentre passeggiava nel cantiere dove il sigillante veniva applicato al calcestruzzo appena gettato.

“Noi diamo cibo ed alloggio loro e copriamo le loro spese, ma nessuno ottiene un compenso”, egli ha detto riguardo alla squadra di volontari che gettava il calcestruzzo proveniente da Stevens Point, Wisconsin, i quali erano in opera per una seconda gettata lo scorso mercoledì.

Alcuni volontari vengono da molto lontano come dalla Carolina del Nord, ha detto Rod Yauch, sorvegliante che presiede e responsabile del locale comitato di costruzione.

Ad eccezione degli operai di Moyle, Inc., i quali hanno fatto la preparazione del lavoro nel cantiere ed hanno provveduto il miscelatore di calcestruzzo, non c’è stato alcun lavoro pagato sul cantiere, ha detto Yauch.

“Siamo fortunati di avere tanti artigiani abili che di mestiere svolgono la loro attività, ma che desiderano viaggiare centinaia di miglia per fare questo per noi senza alcuna ricompensa per il lavoro”, egli ha detto.

Parte del lavoro di progettazione è stato fatto gratuitamente, su cortesia dello studente Todd Dailey, Università del Politecnico del Michigan (MTU).

“Mentre stavo attendendo la MTU, ero anche un membro della locale congregazione, pertanto quando il progetto era pronto e sono stato contattato, non solo ero disponibile ma anche molto entusiasta di dare qualcosa indietro”, ha detto Dailey dai suoi uffici nella parte meridionale di Onsted, vicino Jackson.

Dailey, un ingegnere edile laureato nel 1982, ha spiegato che le Sale del Regno della nazione sono divise dentro le regioni, con un Comitato Regionale di Costruzione (RBC) delegato a sovrintendenti al progetto ed alla costruzione per nuovi programmi edilizi.

“Quando arriva il momento della progettazione, il Comitato Regionale di Costruzione non ha un ingegnere con licenza professionale ingegneristica del Michigan, quindi ecco perché mi contattano”, egli ha detto.

Non diversamente dalla suddivisione di un’abitazione, il RBC ha standardizzato i progetti per le Sale, le quali vengono poi modificate dai locali comitati di costruzione per venire incontro ai bisogni delle congregazioni locali, situazioni di cantiere o speciali necessità, ha spiegato Dailey.

Su un terreno di 4.224 piedi quadrati (ca. 392 metri quadrati, n.d.r.), la nuova Sala del Regno sarà un significativo miglioramento della precedente sala sulla Cedar Street di Dollar Bay, costruita nel 1968, ha detto Yauch.

“Stavamo crescendo sempre più dove eravamo a Dollar Bay”, egli ha detto. “Il parcheggio era un problema, ed avevamo bagni antiquati che avevano le barriere architettoniche”.

I progetti per ristrutturare la Sala esistente vennero tralasciati quando i costi superavano il valore della costruzione, ha aggiunto Yauch.

Con 88 proclamatori porta a porta ed un numero di presenti la domenica che raggiunge le 100 persone, Yauch ha detto che la congregazione della Sala sul territorio di Franklin era la più grande nella Penisola Settentrionale.

“Noi stiamo aumentando in continuazione, e stiamo calcolando che l’aumentata visibilità sulla strada principale farà presa su più testimoni che viaggiano fino a qui per l’estate”, ha detto.

La nuova Sala ha posti a sedere per 174, un incremento del 30 per cento nello spazio rispetto alla precedente struttura, la quale è stata venduta alla Semco Energy. Da allora, i Testimoni si stanno radunando all’Università del Politecnico del Michigan, ha detto Michaelson.

La costruzione è prevista che sia completata tra il 9 e l’11 agosto, quando centinaia di muratori e volontari prenderanno la cazzuola in mano per costruire le murature in mattoni dell’edificio. “Sarà interessante per la gente vedere tutti fare la stessa cosa almeno una volta”, ha detto Yauch riguardo ai 22.000 mattoni acquistati per la costruzione. “In circa due o tre settimane questo luogo da una soletta ed una fondazione diventerà un edificio finito”.

Una dedicazione ed una visita aperta al pubblico faranno seguito, così che il pubblico possa vedere l’edificio di prima mano, egli ha detto.

Michaelson, un volontario veterano che ha aiutato a costruire Sale e case missionarie in Africa, Turchia, Sud America e Giamaica, ha detto che non è solito per i Testimoni offrire un giro della nuova costruzione, particolarmente in zone remote del mondo.

“Molte volte abbiamo predisposto per gruppi alcuni tour in quanto la gente del posto è curiosa circa ciò che si sta facendo”, ha detto Michaelson di una Sala dove ha aiutato a costruire nelle isole Caraibiche di St. Kitts. Dailey, comunque, ha avvertito i visitatori curiosi di non aspettarsi di vedere delle spettacolari vetrate colorate o un altare completamente indorato.

“L’obiettivo dei Testimoni di Geova e delle loro Sale del Regno è avere una struttura modesta ed attraente, che sia progettata per assolvere il proprio scopo, il quale è principalmente l’istruzione della Bibbia e l’adorazione”, ha detto Dailey. “Noi non vogliamo troppi ornamenti, ma desideriamo ottenere un piacevole aspetto, una struttura modesta che si inserisca nella comunità, confortevole e che permetta l’insegnamento della Bibbia”.

Nonostante Dailey partecipi a simili progetti nel meridione dello stato, egli ha rimpianto di non essere disponibile a potersi recare nella regione di Copper fino all’autunno. Nello stesso tempo, ha detto, è stato fantastico tenersi in contatto con Michaelson durante il processo di progettazione.

“Sto guardando in avanti per ritornare a quando essa è stata utilizzata e si è tenuta un’adunanza della congregazione locale”, ha detto. “Avere avuto una parte in quella comunità imprime un sacco di importanti ricordi in me”.

Immagini collegate
Clicca per ingrandireSquadre di volontari provenienti dal Wisconsin gettano cemento lo scorso mercoledì sul cantiere della nuova Sala del Regno dei Testimoni di Geova sulla strada principale n. 41 nel territorio di Franklin. - Jane Nordberg/Daily Mining Gazette.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato su “Mining Gazette.com”, in data mercoledì 19 luglio 2006, da parte della giornalista Jane Nordberg, redattrice DMG (http:// www.mininggazette.com).