Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Chirurgia a cuore aperto e Testimoni di Geova



Herczeg L., Szokol J., Horvath G., Vaszily M., Peterffy A.

Dipartimento di Medicina Forense, Università di Debrecen, Centro delle Scienze Mediche e Sanitarie, Debrecen, Ungheria.



La comunità religiosa dei Testimoni di Geova sostiene che la trasfusione di sangue sia contro la legge di Dio. Pertanto, il trattamento chirurgico dei Testimoni di Geova è una grande sfida per ogni chirurgo, specialmente per i chirurghi cardiaci in quanto la trasfusione di sangue è frequentemente necessaria durante simili operazioni.
In questo studio noi riassumiamo l’esperienza con i Testimoni di Geova che si sono sottoposti ad interventi a cuore aperto a Debrecen dal 1989 al 1999 a causa di diverse malattie cardiache. Applicando una procedura chirurgica complessa sviluppata dagli artefici al fine di minimizzare la perdita di sangue durante l’operazione, sono stati tralasciati i prodotti del sangue conservati. Tre pazienti su ventiquattro sono morti durante il periodo post-operatorio. I ventuno sopravvissuti a lungo hanno manifestato significativi progressi nella loro fase clinica durante il periodo medio seguente di 37,6 mesi.
Tante altre operazioni sono state eseguite in tutto il mondo con successo senza sangue o prodotti di sangue conservato, perciò ciò potrebbe significare che al giorno d’oggi il trattamento chirurgico dei Testimoni di Geova ha un rischio inferiore rispetto a prima.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato su “NCBI – PubMed”, nel mese di giugno 2006, come estratto di uno studio effettuato (riferimenti: PMID: 16929801 [PubMed - in process]; http://www.ncbi.nlm.nih.gov).