Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La libertà di religione dei Testimoni di Geova è minacciata in Uzbekistan



FERGANA, Uzbekistan – Il 24 agosto 2006, il Ministero della Giustizia del Distretto di Fergana ha emesso un’ordinanza per sciogliere l’organizzazione religiosa dei Testimoni di Geova registrata a Fergana. La legge uzbeka sulla libertà religiosa, criticata da parte delle istituzioni internazionali per i diritti umani a motivo della sua rigida restrizione alla libertà religiosa, proibisce qualsiasi attività religiosa senza la registrazione di stato. L’ordinanza di scioglimento pone praticamente al bando i Testimoni di Geova in Fergana.

In risposta ad una richiesta ufficiale dei Testimoni di Geova di Fergana riguardante la ragione del bando, il Ministero della Giustizia ha dichiarato che i Testimoni avevano agito illegalmente quando tenevano adunanze in case private di uno dei loro membri. Secondo il Ministero della Giustizia, ai Testimoni di Geova non è permesso radunarsi per l’adorazione e lo studio o per condividere le loro credenze con altri.

I Testimoni di Geova sono presenti nella valle di Fergana dagli anni ‘50. Il 3 maggio 1994 fu garantito loro lo statuto legale come organizzazione religiosa registrata a Fergana e furono nuovamente registrati il 18 agosto 1999. Nel 2005 le autorità giudiziarie di Fergana hanno sollevato interrogativi in merito all’indirizzo legale dell’organizzazione. In risposta, i Testimoni di Geova hanno acquistato un edificio pubblico ed hanno ottenuto i permessi richiesti da parte di vari dipartimenti del governo circa la sua integrità strutturale ed alla sua conformità alle norme antincendio ed ai codici igienico-sanitari. Tuttavia, il consiglio locale (Makhallya) ed il Comitato per gli Affari Religiosi hanno negato l’approvazione finale.

Nonostante l’esistenza dei Testimoni di Geova in altre parti dell’Uzbekistan, l’unica congregazione dei Testimoni di Geova nella nazione rimasta legalmente riconosciuta è a Chirchik, vicino alla capitale, Tashkent. Rimane da vedere se il bando a Fergana sia un preludio anche alla repressione in Chirchik.

Ci sono attualmente oltre 1.100 casi documentati in Uzbekistan di Testimoni di Geova che sono stati arrestati, tenuti agli arresti, multati o picchiati. La Costituzione dell’Uzbekistan garantisce la libertà di religione.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, www.jw-media.org, in data 3 ottobre 2006.