Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Francia: I Testimoni di Geova al centro di un’accesa discussione alla commissione parlamentare sulle sette



La Croix (17.10.2006) / HRWF Int. (19.10.2006) – Sito Internet: http://www.hrwf.net - E-mail: info@hrwf.net – I Testimoni di Geova sono stati al centro di un acceso scambio di opinioni riguardo al concetto di "turbamento dell’ordine pubblico" durante un’udienza della commissione parlamentare di inchiesta sulle sette e le minoranze.

La commissione era presieduta dal sig. Didier Leschi, capo dell’Ufficio Centrale per le Religioni (Bureau Central des Cultes) al Ministero degli Interni. Egli ha spiegato che i suoi uffici "senza tenere conto dell’accusa secondo cui la loro dottrina rappresenti un turbamento dell’ordine pubblico, hanno sistematicamente garantito alle associazioni dei Testimoni di Geova i benefici fiscali derivanti dalle disposizioni di legge in merito alle associazioni di culto.

Egli si basa sulla giurisprudenza del Consiglio di Stato, la quale in due occasioni aveva concesso alle associazioni dei Testimoni di Geova i vantaggi fiscali riservati alle associazioni di culto.

Il presidente ed il relatore della commissione, i sigg.ri Georges Fennech e Philippe Vuilque, hanno manifestato la loro sorpresa, considerando che non può essere ignorato il maltrattamento psicologico dei figli dei Testimoni di Geova menzionato dagli ex membri, così come la proibizione della trasfusione di sangue, le attività di proselitismo porta a porta, ecc.

Gli altri membri della commissione hanno anche insistito sulla necessità di prendere in considerazione la sofferenza dei bambini.

Il sig. Leschi ha indicato che non è mai venuto a conoscenza di una qualsiasi denuncia in merito o di una sentenza relativa, e che i difensori dei bambini non sono mai andati in tribunale impugnando un qualsivoglia caso di maltrattamento.

Aldilà delle opinioni della commissione, il sig. Leschi ha detto che "stava applicando le disposizioni su cui ha autorità" e l’Ufficio Centrale per le Religioni "non ha competenza sulla tutela dei bambini".

La commissione parlamentare fissata per il 28 giugno ha iniziato le proprie udienze il 12 luglio. Rilascerà una propria relazione il 13 dicembre.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Human Rights Without Frontiers, Int", in data 19 ottobre 2006 (http://www.hrwf.net).