Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Georgia: "Reazione orchestrata" contro gli edifici delle minoranze religiose

Di Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18


Forum 18 ha rilevato che la classe politica della Georgia e la Chiesa Ortodossa Georgiana continuano a smentire la prolungata impossibilità per le minoranze religiose di costruire liberamente luoghi di culto. "Le difficoltà che stiamo affrontando non sono collegate alle leggi, ma ad un clima che è stato artificiosamente creato e nel quale ci obbligano a non portare avanti le costruzioni per non alimentare l'ostilità", ha detto il vescovo cattolico Giuseppe Pasotto al Forum 18. Tra le minoranze religiose che stanno affrontando questa intolleranza ci sono le Chiese Battiste, i Pentecostali, la Chiesa Apostolica Armena e la Vera Chiesa Ortodossa. Elene Tevdoradze, Presidente del Comitato Parlamentare per i Diritti Umani e l’Integrazione Civica, ha negato al Forum 18 che il problema esista, e così ha fatto il Vice-Presidente del Comitato, Lali Papiashvili. Ha detto al Forum 18: "No, no, non è vero. E’ ovvio che non è vero". Zurab Tskhovrebadze del Patriarcato Ortodosso Georgiano ha pure smentito che le minoranze religiose stiano affrontando degli ostacoli nell’edificare.


[...]

I Testimoni di Geova, che hanno sofferto più di un centinaio di violente aggressioni, per la maggior parte impunite tra il 1999 ed il 2003, dicono che negli ultimi anni è stato possibile per loro costruire Sale del Regno in tutta la Georgia, incluse circa dieci a Tbilisi. "E’ strano, dati tutti gli attacchi", ha detto il responsabile dei Testimoni di Geova Genadi Gudadze al Forum 18 da Tbilisi il 24 ottobre. "A volte la vita è sorprendente", ha aggiunto, ridendo.

Ma i Testimoni di Geova sono stati cauti. "Noi non facciamo pubblicità al fatto che stiamo costruendo una Sala del Regno, ma alla fine tutti intorno si rendono conto di ciò che sono", ha rilevato Gudadze. "Esse non sono appositamente enormi o sfarzose, quindi non attirano l’attenzione".

Come per altre fedi, i Testimoni di Geova preferiscono non porre insegne al di fuori dei loro luoghi di adorazione. "Comprendiamo che in una nazione normale ci dovrebbero essere tali insegne", ha aggiunto Gudadze. "Ma noi non vogliamo attenzione extra".



fonte

Questo articolo è stato pubblicato su F18News il 25 ottobre 2006 da parte del giornalista Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18 (http://www.forum18.org).