Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Utilizzo di Hemobag per ultrafiltrazione modificata in un paziente Testimone di Geova sottoposto a cardiochirurgia



Moskowitz D.M., Klein J.J., Shander A., Perelman S.I., McMurtry K.A., Cousineau K.M., Ergin M.A.
Reparto di Anestesiologia, Medicina e Terapia Intensiva, Terapia del Dolore e Medicina Iperbarica, Centro Medico ed Ospedale di Englewood, 305 Engle Street, Englewood, New Jersey 07631, USA.
david.moskowitz@ehmc.com



L’ultrafiltrazione modificata è un'importante tecnica per concentrare il volume di sangue circolante del paziente ed il sangue intero rimanente nel circuito extracorporeo a seguito di bypass cardiopolmonare.
Il sistema Hemobag è un dispositivo approvato dalla US Food and Drug Administration [organo istituzionale statunitense preposto al controllo della salute pubblica, N.d.R.] e rappresenta un nuovo e sicuro cambiamento dei sistemi tradizionali di ultrafiltrazione modificata. E’ veloce e semplice da utilizzare da parte dei perfusionisti durante il trattamento di emoconcentrazione. L’emoconcentrazione è portata a termine grazie al circuito Hemobag ad "anello di recupero" distinto dal circuito extracorporeo. Ciò permette ai chirurghi di continuare l’intervento, decannulare e somministrare simultaneamente la protamina mentre l’Hemobag è in funzione.
Precedentemente, il successo nell’uso dell’Hemobag in un paziente Testimone di Geova non era mai stato descritto nella letteratura medica. Il rapporto di questo caso spiega come sistemare ed utilizzare l’Hemobag in un paziente Testimone di Geova sottoposto ad un intervento di cardiochirurgia che richiede un circuito extracorporeo.



fonte

Questo sunto è stato pubblicato sul sito "NCBI PubMed", nel mese di settembre 2006, con i seguenti riferimenti: J Extra Corpor Technol. 2006 Sep;38(3):265-70 (http://www.ncbi.nlm.nih.gov).