Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


I Testimoni di Geova sono i bersagli delle irruzioni della polizia in Azerbaigian



BAKU, Azerbaigian - Durante la domenica mattina del 24 dicembre, oltre 200 persone erano radunate insieme per una pacifica trattazione di argomenti biblici, quando agenti di polizia armati sono arrivati insieme a troupe televisive ed ufficiali locali con l'intenzione di interrompere l'adunanza. La polizia ha abbattuto la porta di una struttura affittata ed ha tenuto agli arresti coloro che erano presenti. Sono stati picchiati almeno due presenti. La maggior parte è stata portata con un autobus al Dipartimento di Polizia #34. Successivamente i resoconti televisivi in tutta la nazione hanno descritto i Testimoni di Geova come agenti pericolosi contro il governo e spie internazionali, messi al bando in tutta l'Europa.

La polizia non ha esibito alcun mandato di perquisizione ed ha rifiutato di permettere a chiunque di accompagnarli mentre si facevano strada con la forza all'interno di altre stanze nell'edificio, dato che i Testimoni di Geova hanno affittato quel locale regolarmente. La perquisizione è continuata fino alle 7 di sera. La polizia ha confiscato la cassetta delle contribuzioni con il suo contenuto, documenti legali, diversi computer usati per tradurre la Bibbia e la letteratura biblica, ed una vasta quantità di letteratura biblica. Gli ufficiali che erano presenti hanno dato l'impressione di aver orchestrato l'irruzione.

I detenuti azeri sono stati rilasciati verso le 5 del pomeriggio del 24 dicembre 2006. Il 26 dicembre uno dei detenuti, un avvocato proveniente dalla vicina Georgia che aveva sostenuto dal punto di vista legale dei Testimoni locali, è stato rilasciato con le scuse per il suo illegale arresto. I restanti cinque detenuti includono un cittadino olandese, un cittadino britannico, un georgiano e due cittadini russi, i quali ancora sono trattenuti.

Il dipartimento di polizia aveva eseguito una simile irruzione illegale ad un'adunanza dei Testimoni di Geova in lingua azera nello stesso luogo il 12 giugno 2005, arrivando anche allora con troupe televisive allo scopo di assicurare una larga diffusione della notizia sulle televisioni locali.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito ufficiale delle Pubbliche Relazioni dei Testimoni di Geova, JW-Media.org, in data 29 dicembre 2006 (http://www.jw-media.org).