Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Seattle: Chirurgia senza sangue



Durante molti interventi chirurgichi si utilizzano normalmente parecchie unità di sangue. Ma cosa accade se il sangue non è disponibile? La Croce Rossa Americana evidenzia che le donazioni non sono sufficienti a soddisfare l’incremento della domanda.
Di conseguenza si sta sollecitando l’utilizzo di un numero inferiore di trasfusioni, tecnicamente possibile tramite le nuove tecnologie in ambito medico.
C’è quindi la tendenza a risparmiare il sangue per il ‘successivo intervento’, ossia per un’operazione più complessa per la quale potrebbe essere necessario.
Dale Reisner ha deciso di non usare sangue nell’intervento a cuore aperto al quale verrà sottoposta.
"E’ una risorsa preziosa" – dice – "ed un bene limitato".

Essendo essa stessa un chirurgo, la Dott.ssa Reisner sa quanto limitate possono essere le disponibilità di sangue.
"E’ meglio usarlo per traumi ed emergenze chirurgiche" – dice a Ivanhoe.

Lo scorso anno sono state usate circa 14 milioni di unità di sangue negli Stati Uniti. La Croce Rossa Americana conferma che le donazioni stanno aumentando di circa il tre percento l’anno mentre la domanda cresce tra il sei e l’otto percento, dato che una popolazione che invecchia richiede più interventi a rischio trasfusione.



La chirurgia senza sangue è per la maggior parte richiesta dai Testimoni di Geova. Tuttavia più del venticinque percento dei pazienti che chiedono di non utilizzare sangue lo fanno per motivazioni non religiose. Alcuni studi mostrano come le trasfusioni portano a molte infezioni e complicazioni.

Lori Heller, un chirurgo specializzato nella chirurgia senza sangue nello Swedish Medical Center a Seattle dice:
"Stiamo probabilmente utilizzando molto più sangue di quello effettivamente necessario, e addirittura su pazienti che non ne avrebbero l’esigenza".
Per settimane di fila a Reisner sono state praticate delle iniezioni di ormoni per aumentare la produzione di sangue. I dottori utilizzeranno il suo stesso sangue per trasfonderla durante l’intervento qualora fosse necessario.



Un’altra tecnica per evitare le trasfusioni consiste nell’utilizzo di una macchina che durante l’intervento raccoglie il sangue, lo purifica e lo immette di nuovo nel sistema circolatorio del paziente.
"Evita molte trasfusioni e che il paziente debba ricevere sangue dalle banche" – dice il dott. Heller.

Nuove tecniche di analisi del sangue richiedono l'utilizzo di una sola goccia - anzichè di un'intera provetta - del sangue del paziente. [In questo modo si allontana il rischio di una trasfusione per i pazienti che, in situazioni critiche, necessitano di più prelievi durante la giornata, N.d.R].
Tutte queste tecniche si traducono in una chirurgia più sicura, e permettono di risparmiare una risorsa preziosa come il sangue per i casi di emergenza.


Questo articolo è stato tratto da Ivanhoe.com, che offre un servizio di mailing list giornaliera. Per iscriversi cliccare su: http://www.ivanhoe.com/newsalert/

Per ulteriori informazioni contattare:

Mary Ghiglione
Swedish Medical Center
Blood Management Center
(206) 386-3544



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Medical Breakthroughs, reported by Ivanoe", in data 20 dicembre 2006, nella rubrica "General Health" (http://www.ivanhoe.com).