Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Sostituzione della valvola aortica in una Testimone di Geova dializzata: usati con successo un minicircuito, la microplegia e diverse tecniche di conservazione del sangue.



Cheung EH, Sutton SW, Marcel R. del Reparto di chirurgia toracica, (Cheung), assistenza cardiovascolare (Sutton) e il reparto di anestesiologia e il reparto di Terapia del dolore (Marcel) e il centro medico Baylor University in Texas.

Riportiamo il primo caso di sostituzione della valvola aortica senza ricorrere alle trasfusioni di sangue in una Testimone di Geova di 62 anni. La donna era già sottoposta a dialisi per insufficienza renale cronica e presentava una grave anemia, grave stenosi aortica, angina sintomatica da sforzo submassimale. L’intervento è stato effettuato dopo che la paziente era stata vittima di un incidente in cui aveva riportato fratture al braccio e alla gamba destre. Prima di procedere con l’intervento, che tra l’altro ha dato buoni risultati, si è atteso che le fratture riportate si saldassero e che la paziente fosse sottoposta a una terapia a base di dosi massicce di eritropoietina e integrazione di ferro. Questa terapia è continuata anche dopo l’intervento.
La tecnica di conservazione del sangue durante l’intervento ha incluso un nuovo metodo che prevedeva un bypass cardiopolmonare miniatururizzato e microplegia con una limitata emodiluizione.
Sui pazienti Testimoni di Geova si possono eseguire con successo interventi rischiosi alla valvole cardiache ricorrendo ad una strategia attentamente programmata che prevede l’impiego di diverse tecniche di conservazione del sangue.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "NCBI PubMed", nel mese di Gennaio 2007 con i seguenti riferimenti: Proc (Bayl Univ Med Cent). 2007 Jan;20(1):32-5 (http://www.ncbi.nlm.nih.gov).