Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Imprenditore e idraulico trovano 3.000 dollari in un calzino da ginnastica

Leominster – Shawn Walzer e Jim Chesbrough trovano spesso curiosi gingilli nelle vecchie case che ristrutturano, ma hanno raggiunto il top la scorsa settimana con un calzino da ginnastica.

Di Alexandra Perle
Articolo pubblicato il 16/01/2007


Questo perché qualcuno ha riempito il calzino con circa 3.000 dollari in contanti.
Chesbrough, un appaltatore, ha aperto il pavimento del bagno in una casa di Medford per renderla accessibile ai portatori di handicap.
“Mi sono inginocchiato per osservare la situazione dei tubi idraulici, notando che c’era un calzino infilato nell’isolante. L’ho raccolto e c’erano dentro dei soldi”, ha detto l’idraulico Walzer in un’intervista telefonica fatta lunedì.
Il deposito del denaro era un “vecchio calzino bianco da ginnastica”, ha detto Chesbrough.
Ha parlato ad un giornalista due volte lunedì: una volta dal suo cellulare dalla casa di Medford ed un’altra dal soggiorno della sua casa di Leominster.
Chesbroush e Walzer hanno avuto la stessa coraggiosa reazione.
“Sapevamo bene che il denaro non era nostro e che dovevamo restituirlo”, ha detto Walzer. “Inoltre stavamo preparando il bagno per un giovane disabile di circa vent’anni, rimasto paralizzato dopo un incidente motociclistico. L’ultima cosa che avevamo bisogno di avere sulla coscienza era di sottrargli del denaro.”
La parte più sorprendente dell’esperienza, dice Chesbrough, è stata la reazione delle altre persone alla sua onestà: continuano a chiedere perché non abbia tenuto quei soldi.
“Perché i valori morali si sono così abbassati al punto che l’onestà è diventata strana?” , si chiede Chesbrough, che è un Testimone di Geova.
“Abbiamo avuto persone che gli hanno chiesto: “Cos’hai che non va?”, dice sua moglie Debbie Chesbrough, che lo aiuta nella loro azienda, la Wood Wise Construction.
Il padrone di casa era assente quando Chesbrough e Walzer hanno trovato il calzino, così lo hanno messo da parte per alcune ore.
“Volevamo aprire e vedere la data delle banconote. Ma la tentazione sarebbe stata troppa per qualcuno dei ragazzi”, ha detto Chesbrough.
Ha comunque contato i soldi in un secondo momento, per vedere se mancava qualcosa.
Ha contato 27 banconote da 100 dollari, e c’erano ancora “un mazzetto di banconote 50 e da 20”, stimando così la cifra sui 3.000 dollari.
"I ragazzi lo hanno accarezzato tutto il giorno. Io gli ho detto: “Ricordate che state toccando un vecchio calzino”", ha detto il titolare ai suoi lavoratori.
Uno dei lavoratori ha fatto notare che con 3.000 dollari si possono comprare diversi televisori al plasma, ha detto Chesbrough.
Steven Bilodeau, un falegname che lavora per la Wood Wise, ha detto di essere stato colpito dall’istintiva integrità di Chesbrough e Walzer.
“Penso che a tutti piaccia considerarsi onesti. Ma per molti questo non è così semplice”, ha detto Bilodeau lunedì al telefono. “Così come (Walzer) ha deciso, è stato, senza alcun ripensamento. Penso sia stato straordinario.”
Il padrone di casa ha detto a Chesbrough che suo padre, un immigrato del Vietnam, aveva nascosto i soldi anni prima.
“Lo nascose qui, e ovviamente se ne dimenticò”, ha detto Chesbrough.
Il titolare aveva recentemente letto un articolo su di un caso simile – una donna che ha trovato 1.000 dollari in un paio di pantaloni che le erano stati regalati – sulla rivista “La Torre di Guardia”, una pubblicazione internazionale dei Testimoni di Geova.
Chesbrough non ha avuto un premio per la riconsegna dei 3.000 dollari, e ha detto di non averlo fatto per la gloria anche se la gloria ne è conseguita. I canali televisivi di news hanno mandato in onda dei segmenti su di lui e Walzer, e i giornali fino a Las Vegas li hanno chiamati per intervistarli.
Avrebbe restituito i soldi anche senza avere appena letto l’articolo su “La Torre di Guardia”, ha detto Chesbrough.
Altrimenti, “mio padre mi avrebbe dato uno schiaffo”, ha detto con una risata.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Sentinel and Enterprise, in data 16 gennaio 2007 da parte del giornalista Alexandra Perloe (http://www.sentinelandenterprise.com)