Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Grande raduno fino a domenica dei Testimoni di Geova allo stadio S. Nicola di Bari

Circa 2.000 volontari hanno pulito lo stadio dei rifiuti lasciati dopo il concerto di Vasco Rossi



BARI - Assemblea di distretto del 2007 dei Testimoni di Geova sul tema: “Seguiamo il Cristo!”, allo Stadio S. Nicola di Bari (nella foto, i preparativi) fino a domani, domenica 22 con la partecipazione di circa 15.000 delegati provenienti da tutta la Puglia.

“Come organizzazione, come risposta e come disponibilità, questa assemblea ha ottenuto una riuscita eccellente”, dice Giuseppe Carbonara, ministro di culto dei Testimoni di Geova e responsabile dell’Ufficio Stampa di Bari e provincia, che ricorda l’ultimo raduno tenuto allo stadio S. Nicola nell’agosto 2001.

Ogni giorno il programma ha inizio alle 9,30 e termina alle ore 16,55 e alle ore 16 domenica. L’ingresso è gratuito e non si fanno collette.

Il raduno in programma allo Stadio S. Nicola di Bari è uno dei tanti organizzati quest’estate. In totale da giugno ad agosto i Testimoni di Geova terranno in Italia 86 assemblee di distretto in 21 città. Il tema dell’assemblea pone l’accento su Gesù Cristo quale modello per tutti i cristiani. Il programma sarà presentato, per intero o in parte, in 18 lingue: albanese, arabo, bengali, cinese, croato, francese, inglese, italiano, lingua dei segni italiana (LIS), polacco, portoghese, punjabi, romeno, russo, singalese, spagnolo, tagalog e tedesco. Si prevede che complessivamente in Italia oltre 270.000 persone assisteranno a queste assemblee.

Per poter svolgere la loro assemblea i Testimoni di Geova, equipaggiandosi delle attrezzature necessarie hanno contribuito a ripulire lo stadio, lustrandolo all’indomani del notevole richiamo di folla suscitato dal concerto di Vasco Rossi.

Circa 2.000 volontari hanno partecipato ai preparativi rendendo lo stadio, sia all’interno che all’esterno, un luogo adatto per un incontro religioso. La difficoltà maggiore? Le migliaia di chewing gum tolte dalle poltroncine e la notevole quantità di rifiuti raccolti: un lavoro davvero minuzioso (nella foto, i volontari al lavoro).



Uno dei momenti più importanti dell’assemblea sarà la cerimonia del battesimo dei nuovi testimoni di Geova per immersione completa in acqua, previsto oggi, sabato, 21 luglio alle ore 11,40.
In Puglia il primo gruppo di testimoni di Geova si formò negli anni ’20, a Cerignola (Foggia). Un pastore valdese, Giuseppe Banchetti, diffuse alcuni insegnamenti degli Studenti Biblici (come allora erano conosciuti i testimoni di Geova) all’interno della Chiesa Valdese di Cerignola, durante la sua permanenza in questa cittadina dal 1923 al 1925. Col tempo questo provocò una scissione all’interno della Chiesa Valdese di Cerignola e si formò un gruppo di testimoni di Geova di circa 20 persone. Nel 1925 si battezzò a Cerignola per immersione completa in acqua il primo testimone di Geova pugliese, Salvatore Doria. A motivo della sua zelante opera di predicazione egli fu arrestato e condannato dal Tribunale Speciale Fascista. Fu detenuto nel carcere di Civitavecchia e successivamente in quello di Sulmona da dove venne deportato in Germania, prima nel campo di concentramento di Dachau e poi in quello di Mauthausen. Da qui fu liberato nel 1945. Nel 1939 altre venti testimoni di Geova di Cerignola furono arrestati e condannati dalle autorità fasciste per il loro amore per la pace e per il fatto di predicare la propria fede. Nel dopoguerra l’opera dei testimoni di Geova in Puglia ricevette un forte impulso e nacquero subito altri gruppi in tutta la regione, dando inizio ad una crescita esponenziale che ha portato oggi la Puglia ad essere una delle regioni italiane con il maggior numero di Testimoni, con oltre 17.400 evangelizzatori e un massimo di presenti alle riunioni di 33.000 persone.

Anche in Puglia l’opera dei testimoni di Geova ha avuto degli effetti concreti dal punto di vista sociale, visto che centinaia di persone hanno abbandonato vizi e abitudini errate grazie allo studio della Bibbia promosso dai Testimoni di Geova: rapinatori, tossicodipendenti, spacciatori, e accaniti fumatori sono stati del tutto recuperati, e ora lavorano onestamente, hanno una famiglia e conducono una vita dignitosa.

In Italia gli associati ai Testimoni di Geova sono oltre 430.000, di cui oltre 236.000 evangelizzatori, distribuiti in 3.000 comunità sparse su tutto il territorio nazionale. Ogni anno nel nostro paese si convertono ai Testimoni di Geova circa 5.000 persone.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Quindici Molfetta OnLine, in data 21 Luglio 2007, rubrica Cronaca (www.quindici-molfetta.it)