Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Stampando la Parola in 413 lingue

Difficilmente esiste un'organizzazione di stampa più internazionale

La rivista dei Testimoni di Geova "La Torre di Guardia" è stampata due volte al mese; più di 27 milioni di copie sono pubblicate simultaneamente in 153 diverse lingue. Inoltre, la letteratura biblica è disponibile in 413 lingue, incluso groenlandese, palauano e yapese. L'organizzazione è impegnata nel predicare e insegnare il messaggio biblico in 235 paesi, senza una gerarchia o classe clericale, ma con volontari che operano con alta professionalità, entusiasmo e grinta

L'organizzazione è impegnata nel predicare e insegnare il messaggio biblico in 235 paesi, senza una gerarchia o classe clericale, ma con volontari che operano con alta professionalità, entusiasmo e grinta. L'ufficio della stamperia italiana, nei sobborghi settentrionali a nord di Roma e nel mezzo di giardini ben tenuti, è la filiale che sovrintende all'acquisto di carta per le tipografie di proprietà dei Testimoni di Geova in diversi paesi. E' facilmente intuibile come la stampa rivesta un ruolo importante nella loro organizzazione.

"Grazie alla stampa siamo in grado di raggiungere il più ampio numero di persone possibile in ogni parte del mondo. La stampa e la rilegatura dei manuali per la comprensione della Bibbia sono un'importante parte della nostra attività. Anche se la stampa delle Bibbie ha un'importanza molto particolare", afferma Gianfranco Andreotti, responsabile dell'Ufficio Tipografico, accompagnato da Giuseppe Comodi, membro dell'Ufficio Tipografico della Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova.

Probabilmente nessun altro prodotto al mondo ha attraversato cambiamenti simili nella tecnologia di produzione come i testi sacri della Bibbia. Molti degli scritti originali furono fatti su rotoli. Per il secondo secolo dopo Cristo fu sviluppato il codice, o libro a pagine. Era più economico e facile da usare. I cristiani furono in prima linea nell'usarlo, non appena riconobbero il suo valore nel diffondere la notizia del Regno di Dio. Non c'è da meravigliarsi quindi se i Testimoni di Geova sono stati per certi aspetti tra i pionieri nell'industria della stampa.



La rivista Torre di Guardia è stata pubblicata per la prima volta nel 1879. Nei primi anni '20 l'organizzazione decise di stampare in proprio per evitare i ritardi nella pubblicazione e rendere disponibili Bibbie e altre pubblicazioni a basso costo. Fu acquistata una macchina tipografica per iniziare la produzione in uno stabilimento a Brooklyn, New York. Da allora fu usato tutto ciò che era disponibile: dalla stampa tipografica con lastre di piombo alla odierna stampa off-set ad alta velocità.

Per supportare la stampa a quattro colori dovette essere sviluppato un sistema computerizzato pre-stampa; la decisione di procedere in questo senso fu presa nel 1977. Il software interno può processare materiale per pubblicazioni in tutte le 413 lingue. "Uno degli ultimi passi è stato l'acquisto di sette macchine tipografiche off-set dalla velocità di 90.000 fogli l'ora. Inoltre usiamo diversi macchinari per velocizzare la rilegatura e la spedizione delle nostre pubblicazioni", spiega Comodi.

Anche se i Testimoni di Geova hanno un sito web ufficiale dove è possibile trovare informazioni in 264 diverse lingue, e hanno aumentato la produzione di CD e DVD audio della letteratura biblica, il
messaggio stampato è ancora il più importante.




(Foto: Herman; Thomas Barbieri)



Una pagina stampata è qualcosa di concreto. "Leggere una rivista o un libro è il miglior modo di diffondere il messaggio biblico in posti molto lontani dalla tecnologia e per persone che non hanno alcun mezzo di sostentamento. La pagina stampata è sempre qualcosa di concreto. Quando leggi la Bibbia in un'atmosfera rilassante, avere un libro tra le mani è diverso che avere un computer. Considerando questo, ci sarà sempre un notevole uso della pagina stampata", pensano sia Andreotti che Comodi. Anzi, quando si acquista la carta e gli altri materiali di stampa devono essere considerate le specifiche necessità di coloro che usano la Bibbia.

"Nella produzione di libri per esempio abbiamo deciso di usare della colla al poliuretano per le copertine di tutte le pubblicazioni, come ad esempio la Bibbia, dato che sono usate dall'Africa alla Siberia, dove ci sono cambiamenti climatici estremi,umidità, ecc. Perciò la colla al poliuretano previene le rotture e lo sfaldamento dei libri. Si noti che le nostre pubblicazioni non sono solo da leggere, ma anche da studiare, e sono usate, riusate e strausate", puntualizza Comodi.

Per stampare le Bibbie, usano gradazioni di carta che provvedono una lettura chiara e che durano alungo. Tutti i Testimoni di Geova maneggiano regolarmente la Bibbia ogni giorno. La carta usata per le riviste si adopera bene in un processo a quattro colori e, soprattutto, fornisce una buona leggibilità. Due caratteristiche fondamentali sono perciò l'opacità e le prestazioni della carta sui macchinari da stampa. La capacità sui macchinari non comprende solo delle buone caratteristiche di stampa ma anche la stabilità della carta durante la stampa e la piegatura. La reazione all'umidità è un altro fattore importante e naturalmente pure lo spessore della carta è un criterio base per stampare le Bibbie e i libri.

"Per le riviste e i libri usiamo generalmente carta MFC 54 g/m² , ma ci sono anche pubblicazioni stampate con fogli liberi di carta a doppio strato di 115-200 g/m². Quando stampiamo le copertine, usiamo del cartoncino di circa 200 g/m², resistente alle pieghe e all'usura. Persino l'uso di cartoncino speciale ha un ruolo importante. Questi materiali speciali sono usati per Bibbie e libri che sarannosoggetti ad un alto livello di consultazione"


La rivista Torre di Guardia ha una
tiratura di oltre 27 milioni di copie
quindicinali in 153 lingue.



Sistemi di stampa unificati
"I nostri macchinari per la stampa sono gli stessi in tutto il mondo. In passato di solito cercavamo fornitori di carta locali, ma poi abbiamo cercato fornitori globali per ridurre i costi delle pubblicazioni, e in effetti oggi per gli acquisti di carta siamo uniti all’80-90%. Generalmente lavoriamo con uno specifico tipo di carta per una particolare pubblicazione.Per esempio per alcune specifiche pubblicazioni usiamo [il tipo] Satin 72 g/m², e 54 g/m² della UPM. La carta viene dalla cartiera UPM Stracel. Al momento UPM invia questa carta ad 11 delle nostre filiali in Europa", nota Comodi.

Sono state adottate tra i Testimoni di Geova anche la centralizzazione e la standardizzazione degli
acquisti e della produzione. "In questo modo semplifichiamo le operazioni, riduciamo i tempi di preparazione, aumentiamo la produzione e la qualità, e riduciamo i costi. Non siamo un’organizzazione commerciale, siamo sostenuti da donazioni private. La maggior parte del lavoro è svolto da volontari, che non si aspettano né desiderano un ritorno economico dal loro servizio. Riconosciamo che l’UPM se n’è resa conto e l’unicità ha reso le trattative molto congeniali e accessibili", dice Andreotti. "Speriamo sempre di trovare partners seri, flessibili e affidabili che producono e vendono carta come la UPM".

Dice che UPM e le tipografie in Italia hanno trovato una base e una cooperazione comuni nello stabilizzare il buon funzionamento della carta nelle macchine da stampa. Attualmente i servizi fuori rete offrono informazioni più dettagliate sulla produzione della carta. Anche un veloce contatto in caso di problemi aiuta ad evitare qualsiasi malinteso. "In futuro la ricerca di nuove tecnologie per il contenimento dell’impatto ambientale e dei costi di produzione sarà un punto fondamentale in questa cooperazione. Il continuo aumento dei prezzi dell’energia è una sfida particolare", nota Andreotti.



Volontari dedicati hanno notevole esperienza
e competenza tecnica nella stampa dopo anni
di apprendimento e addestramento in loco.


Tipografie in 18 paesi
Comodi evidenzia che hanno tecnici con notevole esperienza in ogni filiale nel reparto tipografico.
Esiste un gruppo di esperti a livello globale che coordina i vari problemi della qualità della carta. Il gruppo tecnico scambia regolarmente informazioni su test con nuovi tipi di carta. Comunicano i
problemi di stampa alee cartiere, e tengono anche in considerazione i problemi logistici di spedizione e consegna per trovare le soluzioni migliori a richieste specifiche.

"Quando per esempio la filiale del Sudafrica iniziò con un nuovo macchinario di stampa, mandammo persone dagli impianti tedesco e italiano per assisterli nell’insegnamento e nell’addestramento sulle nuove attrezzature. Perciò adesso sono autosufficienti", dice Comodi.

Attualmente i Testimoni di Geova stampano pubblicazioni in 18 paesi, tra cui Stati Uniti, Canada e Messico in Nord America; Argentina, Brasile e Colombia nel Sud America; Regno Unito, Finlandia, Germania, Italia e Spagna in Europa; Nigeria e Sudafrica in Africa; India, Giappone, Corea e Filippine in Asia; così come l’Australia.

I Testimoni di Geova sono autosufficienti anche con la distribuzione. Una volta ricevuto l’ordinativo, parte il programma per la stampa, la rilegatura e la spedizione delle pubblicazioni. Se non è spedito via corriere, la distribuzione avviene mediante camion di proprietà. Ogni membro della comunità riceve le pubblicazioni di cui ha bisogno.




(Foto in basso: pagine originali dell'articolo)






Questo articolo è stato pubblicato sul periodico trimestrale della UPM Kymmele "The Griffin" nel numero di giugno-luglio 2006, rubrica "printing and publishing", pagg. 46-49, dal redattore Thomas Barbieri

© Traduzione e rielaborazione grafica a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net