Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Piccolo Testimone di Geova operato al cuore senza trasfusioni

Nove ore sotto i ferri, ma grazie alle nuove tecniche chirurgiche, l'equipe
del Regina Margherita è riuscita a salvargli la vita senza violare il divieto religioso


TORINO

Operato al cuore ma senza trasfusioni di sangue perchè figlio di Testimoni di Geova. Il paziente, un bambino di tre anni con una grave cardiopatia, ora si trova in buone condizioni di salute.
L’eccezionale intervento di cardiochirurgia, portato a termine con successo dall’equipe del professor Piero Abbruzzese, è stato eseguito all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino.

L’operazione, particolarmente complessa, ha avuto una durata di nove ore ed è stata resa possibile dall’utilizzo di moderne tecniche chirurgiche che permettono di escludere il ricorso a trasfusioni di sangue.

Fonte


---------------------------------

Innovativo intervento all’Infantile su un bimbo figlio di Testimoni di Geova
Operato al cuore senza trasfusioni di sangue


di Stefania Aloia


Karim Loren, 3 anni
(Foto pubblicata dal giornale
con l'autorizzazione dei genitori
)



È tornato nella sua casa di Collegno il piccolo Karim Lorè, il cardiopatico di tre anni sottoposto a un complesso intervento chirurgico al cuore senza il ricorso alle trasfusioni perché figlio di Testimoni di Geova. Karim, affetto dalla sindrome di down, è nato con una grave malformazione cardiaca.

«Il piccolo era già stato operato quando era neonato - spiega Piero Abbruzzese, direttore della divisione di cardiochirurgia dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino – ma allora non furono applicate restrizioni all’uso di sangue perché si trattava di salvargli la vita». Per i minori a decidere è il medico. Ma per Abbruzzese il rispetto del dettato religioso è dovuto, sempre che non metta in pericolo la sopravvivenza del bimbo. «Con Abbruzzese si è instaurato un rapporto di estrema fiducia», confessano i rappresentanti locali dei Testimoni di Geova.

In Piemonte ogni anno vengono eseguiti un migliaio d’interventi chirurgici senza trasfusioni di sangue, ma per i pazienti in tenera età è più difficile. Per questo al Regina Margherita hanno messo a punto tecniche nuove. Ad esempio, prima dell’intervento hanno somministrato al piccolo Karim l’eritropoietina (l’Epo dei ciclisti), che facilita la produzione ematica, e in sala operatoria hanno usato una strumentazione miniaturizzata e metodi per “risparmiare” sangue, che ora vengono utilizzati anche negli altri interventi, con un minor impiego di sacche di sangue.

«Siamo felici che sia andato tutto bene nel pieno rispetto delle nostre convinzioni religiose», commentano i genitori di Karim, Generoso Lorè e Domenica Zappullo. Il Regina Margherita è diventato, nel tempo, un punto di riferimento per i Testimoni di Geova, non solo della provincia di Torino dove vivono circa 10 mila persone che professano questo culto.



(Foto in basso: articolo originale)






L'articolo "Piccolo Testimone di Geova operato al cuore senza trasfusioni" è stato pubblicato sul sito del quotidiano La Stampa, in data 9 Ottobre 2007, rubrica Cronaca (www.lastampa.it)

L'articolo "Operato al cuore senza trasfusioni di sangue" è stato pubblicato sul sito del quotidiano Leggo, in data 11 Ottobre 2007, edizione di Torino, sezione Cronaca pag. 21 (consultabile on-line sul sito http://www.leggo.it)