Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Cellule staminali: progressi medici, problemi etici



Il punto di vista biblico
Rubrica a cura dei Testimoni di Geova


Secondo la National Academy of Science (Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti): "Il dibattito sulle staminali ha portato tutti, scienziati a non, a porsi interrogativi profondi, come chi siamo e cosa ci rende esseri umani". Nei giorni scorsi le autorità britanniche avrebbero dato il via libera alla creazione di embrioni chimera: embrioni ibridi nei quali il nucleo di una cellula umana viene inserito nell'ovocita animale svuotato del suo patrimoni genetico. Le cellule staminali con stimoli biochimici adatti possono dare origine a quasi tutti gli oltre duecento tipi di cellule che si trovano nel corpo umano e secondo numerosi ricercatori possono essere la chiave per riparare le lesioni traumatiche del midollo e per sostituire funzionalmente le cellule perdute in molte malattie degenerative quali malattia di Alzheimer, morbo di Parkinson, diabete, cardiopatie croniche, malattie renali nello stato finale, insufficienza epatica, cancro. Cellule staminali ematopoietiche vengono già utilizzate da anni con il trapianto del midollo osseo.

La diffusa confusione in campo etico di fronte alla manipolazione genomica ed embrionale genera timore e preoccupazione nell'opinione pubblica, fenomeno che ricorda le parole: "Non appartiene all'uomo terreno la sua via. Non appartiene all'uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo". (Geremia 10:23). La Bibbia non analizza in maniera specifica tutti i complessi problemi medici e scientifici che si pongono oggi, ma con i suoi principi eterni ci può aiutare a trarre conclusioni valide. Ad esempio spiega come Dio considera il nascituro; se qualcuno colpiva una donna incinta così che o la madre o il nascituro perdevano la vita, Dio lo considerava un omicida (Esodo 21:22,23). Il salmista inoltre rivela che Dio incomincia ad interessarsi di noi quando ancora siamo nel grembo materno: "I tuoi occhi videro perfino il mio embrione, e nel tuo libro ne erano scritte tutte le parti" (Salmo 139:16).

Le cellule staminali embrionali umane vengono ottenute distruggendo un'embrione vivente. Può sembrare un conflitto tra due principi molto importanti: la santità della vita umana e il desidero degli esseri umani di alleviare le sofferenze altrui e di curare malattie terribili. Ma secondo la Bibbia nessuna terapia concepita dall'uomo riuscirà a eliminare le malattie e la morte perché solo Geova Dio ha sia la capacità sia la sincera intenzione di eliminarle. Le azioni di Gesù sulla Terra, in cui guarì malati e disabili, risuscitando addirittura i morti, costituiscono un'anticipazione del grandioso programma di guarigione predisposto da Dio, che avrà inizio quando il suo Regno assumerà il completo controllo della terra, come descritto nella preghiera comunemente nota come "Padrenostro": solo attraverso il regno di Dio, celeste governo di Dio retto da Gesù Cristo, ogni sorta di malattia, disordine genetico e degenerativo cesserà di esistere per sempre.

Samuel Mancuso



(Foto in basso: articolo originale)





Questo articolo è stato pubblicato sul quotidiano Il Corriere di Bra, Cherasco e Sommariva, in data Lunedi 17 Settembre 2007, da parte di Samuel Mancuso, rubrica Cultura e Spettacoli, pagina 45

© Estrazione e rielaborazione grafica a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net