Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Combattendo la maledizione di un tumore mangia-volto.



Di Matthew Moore
Ultimo Aggiornamento: 23:11 del 03/12/2007


Un Testimone di Geova che per decenni ha rifiutato ogni operazione chirurgica alla sua orribile sfigurazione facciale ha avuto speranza da un medico britannico e da una nuova tecnologia medica.


Jose Mestre a 14 anni, quando il suo tumore era ancora piccolo (a sinistra), e com’è ora.


Ora il tumore è lungo 38 centimetri (15 pollici) e pesa 5,5 chili (12 libbre), lo ha accecato da un occhio ed ha reso l’alimentazione un’impresa giornaliera. Dato che sta anche iniziando ad ostruirgli le vie respiratorie i medici temono che sia in pericolo di vita.

Ma ora un importante chirurgo facciale britannico ha proposto un’operazione al 51enne Jose, con l’impiego di onde ultrasonore per coagulare il sangue prima dell’operazione.

Questo potrebbe permettere di rimuovere la massa tumorale senza rischi di forte sanguinamento – soddisfacendo la sua proibizione religiosa sulle trasfusioni di sangue, che ha per lungo tempo intralciato la ricerca di una cura.

Jose è stato visitato da due medici in Inghilterra – Loshan Kangesu, consulente di chirurgia plastica al Broomfield Hospital, e il dott. Iain Hutchison del Saint Bartholomew di Londra.

Il dott. Hutchison, che dirige anche l’istituto di chirurgia Saving Faces, crede ottimisticamente che una singola operazione, fatta con un elettrocauterio, può avere un grande effetto sui tratti di Jose.

"Penso che possiamo rimuovere una grande parte del tumore – circa l’80%", ha detto. "A quel punto dovremmo occuparci dei problemi di naso, labbra e lingua".

"Non ho mai visto una malformità vascolare così grave", ha detto.

L’emangioma di Jose deriva da anormalità nei capillari e nelle vene del volto. A conti fatti quello che dovrebbe essere un fiume che riporta il sangue al suo cuore si è trasformato in un lago, che si è ora espanso cancellandone i connotati.

Per Jose la chirurgia può offrire una via d’uscita dalla routine che ha sviluppato per convivere con la sua malattia.

Ogni giorno esce dalla sua casa, in un sobborgo di Lisbona, verso Rossio Square, una della maggiori piazze della città, dove si mette a sedere tutto il pomeriggio affrontando le occhiate e le domande degli estranei. E’ diventato una specie di celebrità locale, una notorietà del quale non sempre sembra risentito.


Telegraph TV: Jose Mestre e sua sorella Guida a Londra


Incapace di trovare un lavoro o una ragazza, è stato aiutato da sua sorella gemella dopo la morte della madre, alla quale era molto affezionato e dalla quale ha ereditato le convinzioni religiose.

"E’ molto difficile scoprire la verità riguardo al perché non sia stato operato in passato", ha detto Rob Farquhar, produttore del documentario di Discovery Channel che ha portato Jose in Inghilterra in cerca di una cura.

Pressioni finanziarie, diagnosi errate e i limiti del sistema sanitario portoghese hanno avuto un ruolo, ma la complicata attitudine di Jose verso la sua condizione non ha aiutato.

Delle visite tristi e inutili in Germania e Spagna, in cerca di una cura, mentre era giovane, lo hanno lasciato con una sfiducia nei medici. Questo, in aggiunta alla lealtà verso la fede della madre, e preoccupazioni riguardo alla vita che avrebbe senza questa "maschera" alla quale si è abituato, sembrano aver instillato in Jose un ostile fatalismo riguardante la sua condizione.

Questo ha fatto infuriare i suoi familiari stretti, che non condividono le credenze religiose di Jose. Lui stesso, pur essendo Testimone di Geova, non frequenta nessuna congregazione.

Durante il consulto con il dott. Hutchison, a Londra, la sorella di Jose, Guida, ha reagito con esasperazione all’iniziale riluttanza di suo fratello nel discutere la proposta di un’operazione senza trasfusioni.

"Muori da solo, non con me. Per me è finita", ha urlato, in una drammatica ripresa che sarà trasmessa per la prima volta questa settimana. Guida si è caricata il grosso del peso del badare a Jose.


La sorella gemella di Jose non condivide le sue credenze religiose


Ma ora Jose sembra pronto ad affrontare la sua condizione. Ha accettato la proposta del dott. Hutchison di tornare a Londra per un’operazione esploratoria ad una delle lesioni minori.

Se funziona, la maggior parte del tumore di Jose può essere rimossa e il suo volto ricostruito in una singola operazione di 12 ore.

Nonostante la natura sperimentale del trattamento il dott. Hutchison confida nel successo.

Un elettrocauterio non è mai stato usato per rimuovere escrescenze così estreme come quelle di Jose, ma si è dimostrato un efficace strumento chirurgico da quando è stato messo in commercio pochi anni fa.

Il dott. Hutchison, che si è offerto di operare gratuitamente, sta aspettando che Jose e la sua famiglia si mettano in contatto con lui per prendere accordi.

"Spero stia ragionevolmente bene, e se vuole venire da me la porta è aperta", ha detto.




· "L’uomo senza volto", parte della serie "La mia scioccante storia", che sarà trasmessa su Discovery Channel alle 21 del 6 dicembre. Per ulteriori dettagli visitare il sito Web della trasmissione.

· Saving Faces è l’unica organizzazione caritatevole degli Stati Uniti dedicata interamente alla cura di ferite e malformazioni facciali. Si occupa di ricerca atta a migliorare il trattamento fisico e psicologico di tutte le vittime di cancro orale o altri disturbi facciali.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Telegraph, in data 3 dicembre 2007, da parte del giornalista Matthew Moore, rubrica News (www.telegraph.co.uk)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net