Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


La persecuzione nazista dei Testimoni di Geova - Cronologia (seconda parte)



Scritto da Maurizio Tortoreto
mercoledì 09 gennaio 2008



Prima della seconda guerra mondiale Il 5-10 per cento della popolazione dei campi di concentramento è costituito da testimoni di Geova. La percentuale diminuisce rapidamente con l?inizio della guerra e le deportazioni in massa di ebrei, polacchi e altri che vengono internati nei campi.

1940
Primavera: La Germania invade Danimarca, Norvegia, Belgio, Lus- semburgo, Paesi Bassi e Francia.

1941
22 giugno: Nonostante il patto di non aggressione germanosovietico, l?esercito tedesco invade l?Unione Sovietica. Le Einsatzgruppen (squadre di sterminio costituite da unità mobili), al seguito dell?esercito tedesco, compiono massacri in tutta l?Europa orientale. Entro la primavera del 1943, queste unità speciali uccidono più di un milione di ebrei e decine di migliaia di altri.
28-29 settembre: Più di 33.000 ebrei vengono massacrati in due giorni a Babi Yar, nei pressi di Kiev, capitale dell?Ucraina.
Dicembre: Circa 5.000 rom e sinti (?zingari?) austriaci vengono uccisi a Che in camere a gas mobili. Si calcola che nell?insieme siano stati uccisi da 200.000 a 500.000 rom e sinti.

1942
20 gennaio: Alla Conferenza di Wannsee i gerarchi nazisti pianificano la cosiddetta soluzione finale, lo sterminio di tutti gli ebrei in Europa.

1943
3 novembre: Lanciata l?operazione Erntefest (festa della raccolta) per uccidere tutti gli ebrei rimasti nel Generalgouvernement (Governatorato generale), la parte centro-meridionale della Polonia. In questo solo giorno vengono fucilati circa 40.000 ebrei.

1944
19 marzo: La Germania occupa l?Ungheria.
15 maggio-9 luglio: Oltre 437.000 ebrei ungheresi vengono deportati ad Auschwitz per essere uccisi nelle camere a gas.

1945
Aprile: L?esercito americano libera i campi di Buchenwald e Dachau.
27 aprile: Liberazione del campo di sterminio di Auschwitz (Polonia) da parte delle truppe russe.
20 aprile-3 maggio: Marcia della morte da Sachsenhausen. Circa 26.000 prigionieri iniziano la marcia di 200 chilometri, durata 12 giorni. Sopravvivono in poco più di 15.000, liberati dalle forze alleate.
3 maggio: Affondamento della Cap Arcona con 7.000 prigionieri a bordo. Alcuni sopravvivono.
5 maggio: Gli americani liberano il campo di concentramento di Mauthausen, in Austria.
7 maggio: Resa della Germania e fine della guerra in Europa.
Novembre: Inizia il processo di Norimberga per i crimini di guerra.

1946
30 settembre: Annunciate le sentenze contro i criminali di guerra. I testimoni di Geova tengono un?assemblea pubblica nello Zeppelinwiese, un tempo usato per i raduni del partito nazista.
RIEPILOGO Secondo cifre incomplete, fra il 1933 e il 1945 circa 10.000 testimoni di Geova furono vittime dirette del nazionalsocialismo. Fra le misure prese nei loro confronti ci furono la perdita del lavoro, della pensione di vecchiaia e dei benefici previdenziali, multe e internamento in prigioni, campi o riformatori. Circa 840 figli di Testimoni furono sottratti ai genitori. Circa 6.000 Testimoni (di cui più di 445 austriaci) furono rinchiusi in prigioni e campi. Complessivamente circa 2.000 di loro vi trovarono la morte, più di 250 dei quali giustiziati.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Cronaca d'Abruzzo, in data 9 gennaio 2008, da parte di Maurizio Tortoreto, rubrica Fatti e commenti (www.cronacadabruzzo.org)