Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Programma per il sangue ottime novità per i Testimoni di Geova



Giovedi 13 dicembre 2007 – Bangor Daily News

Il programma sviluppato dall'Eastern Maine Medical Center per la gestione e la conservazione del sangue é una ottima novità per la piccola però crescente popolazione dei Testimoni di Geova nel Maine, i quali rifiutano l'uso degli emoderivati in caso di emergenze sanitarie.

Il 5% dei pazienti curati al EMMC sono Testimoni di Geova, la cui religione richiede di astenersi dall'uso del sangue o derivati, inclusi globuli bianchi, globuli rossi, plasma e piastrine. La proibizione si basa sull'interpretazione di passi specifici del vecchio e nuovo testamento, secondo Andy Carr di Portland, anziano della congregazione e presidente del comitato di assistenza sanitaria.

"I Testimoni di Geova accettano il 99,9 % delle cure offerte", dice Carr, "però non il sangue, nemmeno in casi di emergenza. Questa norma rende di vitale importanza per i membri la possibilità di accedere al programma di EMMC", dice Carr, riferendosi ad alcuni Testimoni che devono andare in ospedali fuori dello stato del Maine per ricevere le cure di cui necessitano.

Ci sono 6000 Testimoni di Geova nel Maine, stima Carr, e il numero cresce con l'attivo programma missionario del gruppo.

Il dottor Irwin Gross, primario del servizio trasfusionale dell'EMMC, ha detto che venire incontro alle necessità dei Testimoni di Geova non era "l'obbiettivo primario" dello sviluppo del nuovo programma. Ha riconosciuto che un approccio avanzato alla gestione e conservazione del sangue ovvia alla necessità di mandare pazienti fuori dallo stato, migliorando nel contempo la sicurezza e la salute della popolazione in generale.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Bangor Daily News, in data 13 dicembre 2007, rubrica News (http://bangornews.com)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net