Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


L'ultima cena rivissuta nella Fortezza Firmafede di Sarzana

Previsti oltre 2.000 partecipanti

L'ultima cena rivissuta nella Fortezza Firmafede di Sarzana. Nella splendida cornice del prestigioso castello di Sarzana, nella Sala delle Capriate, sabato 22 marzo 2008 alle ore 20.00, si sono dati appuntamento le due congregazioni dei Testimoni di Geova di Sarzana assieme ai numerosi interessati delle zone limitrofe, per commemorare la morte del nostro Signore Gesù Cristo. Si tratta di una suggestiva rievocazione dell'ultima sera di vita di Gesù. Massimo Andreani e Renato Onesti dell?'Ufficio Stampa dei testimoni di Geova ci hanno spiegato il significato di questa celebrazione: ?Si tratta della più importante celebrazione della nostra confessione cristiana, che trae origine dal comando che diede Gesù stesso agli apostoli durante l'ultima cena: "Continuate a fare questo in ricordo di me?. La celebrazione avrà inizio con un canto e una breve preghiera. Dopodiché un ministro di culto pronuncerà un discorso per chiarire le ragioni per cui Geova Dio mandò Suo Figlio sulla terra a morire per tutta l?umanità. Come fece Gesù durante l'ultima cena, durante il discorso saranno passati fra i presenti pane non lievitato e vino rosso, che per i testimoni di Geova simboleggiano rispettivamente il corpo e il sangue di Gesù.
Infine, un altro canto e una preghiera concluderanno la cerimonia, che durerà complessivamente circa un'ora".

"Decine di volontari - come ci dice Giovanni Moccero di Molicciara - che coordina i lavori dell'evento alla Fortezza, sono pronti per pulire a fondo i locali e per allestire il tutto, in modo che per una sera il magnifico castello diventi una grande sala". Il sarzanese Rudy Simonelli pronuncerà il discorso. Gino Bertagna e Giuseppe Occhiuzzi due degli anziani di Sarzana hanno dichiarato: "Ringraziamo di cuore a nome della numerosa comunità dei testimoni di Geova di Sarzana, tutta l'amministrazione comunale, per la disponibilità e la gentilezza nel renderci accessibili i locali". A Sarzana ci saranno ben tre celebrazioni! Altre due cerimonie sono previste nella sede di via S. Benacci, 48; alle ore 18,30 il gruppo Albanese e alle ore 20.00 i testimoni di Castelnuovo Magra.
In via Nazionale 2/A a Scorcetoli alle ore 19,30, si ritroveranno i numerosi testimoni di Pontremoli e Villafranca. I fedeli di Aulla alle ore 20.00 presso la loro sala del Regno di via dei Lecci n.2 a Terrarossa.

A La Spezia come riferisce Daniel Sacco, un anziano della città, il maggior numero di celebrazioni, sei. La cerimonia più numerosa si terrà presso la Sala Dante di via Ugo Bassi alle ore 20.00; si prevedono circa 400 presenze. Altre quattro celebrazioni presso la Sala del Regno di via Lunigiana 205 a La Spezia, due alle ore 18.30 in italiano, le altre alle ore 20.15 in spagnolo e polacco. Infine il gruppo LIS (sordomuti) in via Zara alle ore 18.30.

"In questi ultimi anni - continuano Onesti e Andreani - stiamo assistendo a un'affluenza consistente anche nel nostro territorio di extracomunitari, tra cui molti romeni, albanesi, polacchi e dell'America Latina, che abbracciano la nostra fede e per questo sono stati aiutati a integrarsi completamente nella società, con indubbi benefici per tutta la comunità".

Si prevedono almeno 2.000 persone in tutta la Lunigiana-Carrara e la provincia di La Spezia che parteciperanno a questa importante celebrazione.
L'ingresso è libero




fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Citta della Spezia News, in data 4 marzo 2008, rubrica Cronaca (www.cittadellaspezia.com)