Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Turkmenistan concede l’amnistia a quattro obiettori di coscienza



ASHGABAT, Turkmenistan – Quattro giovani hanno potuto riunirsi alle loro famiglie dopo essere stati arrestati ed imprigionati l'anno scorso a motivo del rifiuto di prestare l'obbligatorio, in Turkmenistan, servizio militare. I quattro, tutti Testimoni di Geova, avevano rifiutato di servire nelle forze armate della repubblica a motivo della loro coscienza addestrata secondo i princìpi della Bibbia. Il 16 aprile 2005, il presidente del Turkmenistan, Saparmurat A. Niyazov, ha concesso un'amnistia speciale per i quattro giovani. La stazione televisiva turca Watan ha riportato subito l'amnistia speciale ed il giornale "Neutral Turkmenistan" ha reso pubblico il decreto presidenziale. Il rilascio dei quattro giovani ha svuotato al momento le prigioni del Turkmenistan da tutti gli obiettori di coscienza che sono Testimoni di Geova.

Diversamente del trattamento adottato contro gli obiettori di coscienza Testimoni di Geova nel passato, diversi dei quali sono stati accusati di essere dei traditori, incarcerati nelle celle di massima sicurezza e gravemente maltrattati, questi quattro giovani sono stati incarcerati in un campo di minima sicurezza e sono stati trattati umanamente. Sebbene i Testimoni di Geova siano disposti a prestare il servizio civile alternativo, che include la costruzione di strade oppure l'adoperarsi negli ospedali o nelle case di cura delle persone anziane, tale servizio alternativo non è ancora disponibile in Turkmenistan.

Gli osservatori internazionali vedono finalmente un miglioramento per quanto riguarda le condizioni di imprigionamento e l'amnistia speciale si inserisce come un segno molto positivo in quanto denota come il governo turco riconosca che la posizione interamente basata sulla Bibbia dei Testimoni di Geova è di neutralità sia negli affari politici che nei conflitti tra nazioni. "I Testimoni di Geova sono persone ubbidienti ai governi ed alle leggi della nazione in cui vivono", ha spiegato Gregory D. Olds, membro associato del Consiglio Generale dei Testimoni di Geova negli Stati Uniti. "A motivo della loro buona condotta, i Testimoni hanno un effetto benefico nelle nazioni in cui effettuano la loro attività".



fonte